L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

Meride

Un vecchio edificio industriale è stato ristrutturato con l’aiuto di centinaia di alunni delle scuole speciali - I lavori sono durati oltre sei anni - Sarà una sorta di ostello a disposizione di enti che lavorano con i ragazzi e offrirà anche attività legate all’agricoltura e all’allevamento

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani
© CdT/Chiara Zocchetti

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

© CdT/Chiara Zocchetti

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani
Da sinistra Marzio Broggi, coordinatore del progetto Ca.Stella, Melania Crocco, che gestirà la struttura e Carlo Crocco, fondatore e presidente di Main dans la main

L’ex fabbrica nei campi rinasce casa per i giovani

Da sinistra Marzio Broggi, coordinatore del progetto Ca.Stella, Melania Crocco, che gestirà la struttura e Carlo Crocco, fondatore e presidente di Main dans la main

Meride ha un nuovo fiore all’occhiello. Un gioiello che per prendere forma e diventare tale ha avuto bisogno di anni di lavori e del contributo di centinaia di persone. In pochi però sono a conoscenza della sua esistenza. Una situazione quasi paradossale perché, se è vero che si trova in un luogo un po’ discosto (in località Spinirolo, a un paio di chilometri da Meride procedendo in direzione Serpiano), non è per niente piccolo. Anzi, è grande e ha anche una ciminiera, perché in passato (parliamo degli inizi del 900) è stato una fabbrica. Vi si produceva un olio usato per fini terapeutici detto Saurolo, estratto dagli scisti bituminosi (delle rocce scure, ndr) presenti sul San Giorgio.

Finora forse vi abbiamo un po’ confusi. Se vi parliamo dell’ex fabbrica di Saurolo però c’è un motivo ben preciso....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
  • 1