Chiasso

La settima arte alla conquista dei quartieri

Nella cittadina di confine un’estate all’insegna del cinema sotto le stelle

La settima arte alla conquista dei quartieri
Piazza Indipendenza si trasformerà in un accogliente salotto. (Foto Archivio CdT)

La settima arte alla conquista dei quartieri

Piazza Indipendenza si trasformerà in un accogliente salotto. (Foto Archivio CdT)

Dalla vetta del Monte Generoso ai quartieri di Chiasso: il dislivello è grande, almeno tanto quanto lo è l’entusiasmo che avvolge Cine quartiere Chiasso. Un progetto, quello presentato dalle autorità cittadine e sostenuto tra gli altri da Banca Stato e AGE, che è una prima per le città ticinesi e che si propone, per dirla con Luca Morandini de Il Cinematografo Ambulante (nato quasi 30 anni fa), di «portare il cinema dove il cinema non c’è». La settima arte animerà piazze, strade e... cime da giovedì 20 giugno (la stessa sera dell’inaugurazione del cielo di farfalle) alla prima metà di settembre. Otto proiezioni all’aperto più una (l’entrata è gratuita) che rivitalizzeranno piazza Indipendenza, il Centro Giovani di quartiere Soldini, piazza Boffalora e il parcheggio di Banca Stato, come precisato dal direttore Banca Stato Chiasso Mario Grassi. Sì perché, nonostante la sospensione dell’organizzazione di Estate in Corso dovuta anche alla manovra finanziaria, nella cittadina di confine gli eventi non mancano. L’auspicio espresso dal capodicastero Sport e tempo libero Davide Lurati è quello di accogliere un «massiccio arrivo di pubblico», anche di modo da poter provare il prossimo anno la bontà dell’investimento (di circa 20.000 franchi) e, di conseguenza, riproporlo.

Gettiamo uno sguardo al programma: in agenda sono previsti «Bohemian Rhapsody» (20 giugno, piazza Indipendenza), «È nata una stella» (27 giugno, piazza Indipendenza), «Dragon Trainer» (4 luglio, Centro Giovani), «A un metro da te (me)» (11 luglio, Centro Giovani), «I crimini di Grindelwald» (18 luglio, piazza Boffalora), «Se son rose» (22 agosto, parcheggio Banca Stato), «Ti presento Sofia» (29 agosto, parcheggio Banca Stato) e «Green Book» (5 settembre, piazza Boffalora). La visione comincerà in giugno e luglio alle 21.15, in agosto e settembre alle 20.45; in caso di brutto tempo, si ripiegherà sulla pista di ghiaccio. L’ultima pellicola, come già accennato, sarà un evento ad alta quota, in vetta al Monte Generoso: la data esatta e il film sono ancora da definire. Come ha spiegato il direttore della Ferrovia Lorenz Brügger, è previsto un costo simbolico: la metà sarà donata al Comune di Chiasso per un progetto sul suo territorio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
    Mendrisiotto

    Laveggio: il parco si completa come un puzzle

    È un momento cruciale per il progetto che mira alla realizzazione di un parco ubrano tra Riva e Stabio - «Sarebbe bello se i Comuni coinvolti si coordinassero di più»

  • 2
    Progetto

    Una ferita nel nucleo di Stabio

    I lavori per il previsto complesso immobiliare da 50 milioni di franchi nell’area ex Rapelli non sono ancora partiti - La vicenda si è trasformata in un contenzioso su due fronti tra Municipio e promotori del piano edilizio

  • 3
    In aula

    Da sfruttati a passatori

    Pene sospese per tre uomini fermati a Capolago con 26 migranti senza permessi - Erano stati protagonisti di un viaggio analogo

  • 4
  • 5
  • 1