«Luglio? Meglio del solito, ma l’autunno fa paura»

Ristoranti del Mendrisiotto

Flavio Quadranti (GastroMendrisiotto): «A fine settembre, quando inizierà a far troppo freddo per mangiare all’esterno, rischiamo davvero di subire nuovi contraccolpi» - Per il settore l’estate, grazie ai turisti e all’annullamento delle sagre, è stata una boccata d’aria fresca

«Luglio? Meglio del solito, ma l’autunno fa paura»
©CdT/Pablo Gianinazzi

«Luglio? Meglio del solito, ma l’autunno fa paura»

©CdT/Pablo Gianinazzi

In marzo c’erano tutte le premesse per un disastro. La chiusura di bar e ristoranti sembrava il preludio a un’ecatombe nel settore e anche l’estate non sembrava presagire nulla di buono visto che si poteva già intuire che di turisti dall’estero ne sarebbero arrivati pochissimi. Poi è arrivato luglio e con lui le prime buone notizie. In Ticino il turismo interno (dal resto della Svizzera) ha compensato le perdite e per il settore alberghiero e la ristorazione è stata una boccata d’ossigeno. Me è stato così anche a sud del ponte-diga? «Luglio - ci conferma Flavio «Mamo» Quadranti, presidente di GastroMendrisiotto - è andato quasi meglio degli altri anni. È un’impressione che hanno avuto anche altri colleghi. Rimane di certo un’estate atipica, partita comunque male. Non dimentichiamo che c’è stato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
  • 2

    Abusò della figlia, condannato a 5 anni

    mendrisiotto

    L’imputato, a sua volta vittima di reati simili da parte del padre, era già finito sotto inchiesta nel 2010 ma le indagini avevano poi portato a un decreto d’abbandono - Arrestato a gennaio, da allora si trova dietro le sbarre

  • 3
  • 4

    Misure più incisive per i migranti problematici

    Chiasso

    Il Municipio scrive a Berna per domandare l’introduzione di sanzioni più severe nei confronti di chi si macchia di episodi di disturbo della quiete pubblica o infrange le regole - Un paio di richiedenti l’asilo sono già stati trasferiti altrove

  • 5
  • 1
  • 1