Madonnine momò ancora nel mirino dei vandali

Sono sette le statue di Maria sparite negli ultimi mesi: a Brusino, Meride, Sagno, Caneggio e, da ieri, a Morbio Superiore - Due quelle rubate a Castel San Pietro, mentre una terza è stata sfregiata

Madonnine momò ancora nel mirino dei vandali
Quel che è stato lasciato dopo il furto della Madonna che vegliava sul ponte di Castello.

Madonnine momò ancora nel mirino dei vandali

Quel che è stato lasciato dopo il furto della Madonna che vegliava sul ponte di Castello.

Madonnine momò ancora nel mirino dei vandali
Quel che è stato lasciato dopo il furto della Madonna che vegliava sul ponte di Castello.

Madonnine momò ancora nel mirino dei vandali

Quel che è stato lasciato dopo il furto della Madonna che vegliava sul ponte di Castello.

MENDRISIOTTO - Non c'è pace per i simboli religiosi. Tra furti e danneggiamenti, gli oggetti sacri della regione del Mendrisiotto stanno subendo negli ultimi mesi una nuova ondata di vandalismo. Ieri è stata ritrovata vuota la cappelletta che ospitava la statua della Madonna di Lourdes a Morbio Superiore ma la razzia ha colpito molti altri paesi a partire da Brusino e Meride, fino a Stabio, passando per Sagno, Castello e Caneggio dove solo settimana scorsa è scomparsa l'ennesima figura di Maria. Nel mirino, in particolare le statue della Madonna (sette quelle rubate e un'ottava sfregiata), ma non solo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1