Marco Romano lascia il Municipio momò

mendrisio

L’esponente del PPD, che si era candidato a sindaco del Borgo alle ultime elezioni, ha deciso di rassegnare le dimissioni dall’Esecutivo cittadino a partire da agosto - Si tratta della terza partenza popolare democratica in due anni e mezzo - A subentrare sarà Manuel Aostalli

Marco Romano lascia il Municipio momò
© CdT/Archivio

Marco Romano lascia il Municipio momò

© CdT/Archivio

Marco Romano lascia il Municipio momò
Il subentrante Aostalli. © CdT/Archivio

Marco Romano lascia il Municipio momò

Il subentrante Aostalli. © CdT/Archivio

Marco Romano lascia la carica di municipale di Mendrisio. La decisione è stata comunicata oggi ai colleghi e sarà effettiva a partire da agosto. A Romano, che nel 2018 si era candidato sindaco del capoluogo momò per poi perdere contro il liberale radicale Samuele Cavadini, subentrerà Manuel Aostalli, che ha già accettato l‘incarico.

«Nell’autunno 2019 avevo annunciato di non voler sollecitare un nuovo mandato per dedicarmi a una nuova sfida professionale nel privato quale direttore della Fondazione IPT Ticino attiva nel (re)inserimento di persone in difficoltà di salute e/o personale nel mondo del lavoro, nonché a nuove responsabilità assunte da aprile 2020 nel quadro del mio mandato di deputato alle Camere federali», fa presente il municipale in una nota.

La proroga delle elezioni comunali causata dalla pandemia «ha imposto di cumulare le attività nei mesi chiave di gestione della fase acuta della crisi e nei primi mesi di ripartenza. Ho dato il massimo, nel limite delle mie possibilità, sempre orientato a costruire soluzioni pragmatiche e sostenibili», si legge ancora.

La situazione attuale - prosegue Romano - «evidenzia la necessità di dedicare il massimo delle energie e del tempo alle attività sulle quali ho da tempo deciso di porre la priorità, anch’esse fortemente condizionate dalla crisi socioeconomica nella quale ci troviamo. La direzione della Fondazione IPT Ticino, il ruolo di capogruppo del “Centro.PPD.PEV.PBD” in Consiglio nazionale e l’attività nelle varie commissioni parlamentari federali (Ufficio presidenziale della Camera, Istituzioni politiche, Trasporti e Telecomunicazioni, Redazione) impongono ora questa decisione che si realizzerà con la fine di agosto». Così il municipale ha deciso di lasciare, «dando spazio a forze nuove e motivate, per dedicarmi alla professione, al mandato federale e alla famiglia».

Prenderà il suo posto Manuel Aostalli

Manuel Aostalli, residente nel quartiere di Arzo, è il primo subentrante e ha già comunicato alla sezione PPD locale che accetterà l’incarico. Classe 1963, Aostalli, che vanta una carriera nel ramo finanziario, diventerà il municipale più anziano del capoluogo momò.

Terzo municipale PPD dimissionario in pochi anni

La decisione di Marco Romano segue la scia di altre due dimissioni popolari democratiche in seno all’Esecutivo cittadino avvenute in poco tempo. La prima è stata quella annunciata alla fine del 2017 dello storico sindaco Carlo Croci, che ha mantenuto la carica fino alla fine di marzo 2018, quando ha definitivamente ceduto il passo ai colleghi dopo 24 anni alla guida del Magnifico Borgo. A Croci è subentrato in Municipio Paolo Danielli.

Un anno dopo è stata la volta del municipale Piermaria Calderari che, nel gennaio 2019, ha lasciato il posto a Francesca Luisoni, prima donna a ricoprire questo ruolo nell’Esecutivo di Mendrisio.

Cambio della guardia anche tra i socialisti

Il mese scorso, anche un altro municipale, questa volta di Insieme a Sinistra, Giorgio Comi, ha annunciato l’addio al Municipio. A lui subentrerà nell’imminente mese di luglio Françoise Gehring Amato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Cosa accomuna il sambuco momò, JFK e la COVID-19

    Iniziativa

    L’idea è nata chiacchierando e in poche settimane è diventata realtà: è online da pochi giorni un sito che offre prodotti utili durante la pandemia, con un occhio di riguardo al locale - Grazie alla collaborazione con una distilleria propone anche un disinfettante a chilometro zero

  • 2
  • 3

    Docenti e operatori diranno la loro

    sviluppi processo

    Dopo la condanna a otto anni al padre violento, la procuratrice pubblica Marisa Alfier ascolterà le sei persone a conoscenza del maltrattamenti

  • 4

    Otto anni di carcere al padre violento

    La sentenza

    Il 48.enne siriano è stato condannato per tre tentati omicidi intenzionali - L’uomo è stato ritenuto non colpevole degli altri due tentati omicidi di cui era accusato e prosciolto dall’accusa di esposizione al pericolo della vita altrui

  • 5
  • 1
  • 1