Mendrisio: il vuoto di piazza del Ponte e la grande voglia di città

Pianificazione

I centri deserti durante il lockdown hanno fatto capire a molti l’importanza anche sociale degli spazi urbani - In questo contesto il Borgo si prepara a ridisegnare buona parte del centro - Luisoni: «Sarà un percorso partecipativo»

Mendrisio: il vuoto di piazza del Ponte e la grande voglia di città
©TiPress/Benedetto Galli

Mendrisio: il vuoto di piazza del Ponte e la grande voglia di città

©TiPress/Benedetto Galli

«La piazza è così insipida che coprendola con la nebbia l’hanno solo migliorata» ha commentato qualcuno con sottile ironia. La recente installazione artistica (opera di Nicola Colombo) installata alcune settimane fa a Mendrisio a due passi dalla chiesa dei Santi Cosima e Damiano ha riportato piazza del Ponte al centro dell’attenzione. Il nuovo arredo urbano era stato uno dei temi caldi dell’estate 2019. C’era chi aveva apprezzato l’intervento, chi lo aveva criticato e chi era rimasto più o meno indifferente («Perché a Mendrisio una vera piazza non c’è mai stata»). Il progetto ha però avuto il merito di mettere almeno per un po’ di tempo la parola fine alle discussioni - veri e propri scontri politici - sul destino dell’area. Un progetto, lo ricordiamo, nato per essere provvisorio e per sopravvivere...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Binari troppo vicini alla sorgente, Municipio contro le FFS

    Coldrerio

    L’Esecutivo si è opposto al progetto che mira al rifacimento della via ferrata nella zona della Valle della Motta, la stessa della sorgente comunale - Le parti sono alla ricerca di un compromesso, ma l’ente locale pone delle condizioni

  • 2

    Il bicchiere di vino è ormai mezzo pieno

    Mendrisio

    La Cantina Sociale ha vissuto un momento difficile dal punto di vista economico ma il peggio sembra alle spalle - L’uva della scorsa vendemmia è stata interamente pagata e c’è ottimismo per il futuro, complici iniziative interne e il buon raccolto in corso

  • 3

    I sapori del territorio per (ri)gustare la normalità

    Mendrisiotto

    La Rassegna Gastronomica del Mendrisiotto e Basso Ceresio torna dal 1. ottobre al 1. novembre - Vi parteciperanno 36 ristoranti che proporranno specialità di stagione - Antonio Florini: «Una manifestazione importante, sia per i ristoratori, sia per i clienti»

  • 4

    Ricordi di un Mendrisiotto che non esiste più

    Amarcord

    In poche settimane la pagina «Mendrisiotto di una volta» ha radunato su Facebook un migliaio di utenti che si scambiano foto d’epoca - Immagini di un territorio radicalmente cambiato, capaci di sorprendere i più giovani

  • 5

    Nel Mendrisiotto prima del lockdown si stappava lo champagne

    Turismo

    Periodo inaspettatamente fortunato quello vissuto prima della pandemia, con i pernottamenti momò che nel 2019 erano addirittura raddoppiati - Ci sono anche stati investimenti nelle strutture ricettive e la qualità è generalmente apprezzata

  • 1
  • 1