«Per non pagare la vignetta intasano le strade secondarie?»

Viabilità

Secondo due consiglieri comunali l’introduzione dell’obbligo del contrassegno autostradale sulla tratta Mendrisio - Stabio Ovest avrebbe fatto aumentare il traffico a Genestrerio, Rancate e Ligornetto - Scatta l’interpellanza al Municipio

 «Per non pagare la vignetta intasano le strade secondarie?»
©CdT/ Chiara Zocchetti

«Per non pagare la vignetta intasano le strade secondarie?»

©CdT/ Chiara Zocchetti

«Quali conseguenze sul traffico con l’introduzione dell’obbligo del contrassegno autostradale sulla tratta Mendrisio - Stabio Ovest?». Se lo chiedono i consiglieri comunali PPD Gianluca Romanini e Evelyne Battaglia-Richi, che hanno inoltrato un’interpellanza al Municipio di Mendrisio per fare chiarezza sulla questione. Gli esponenti del PPD scrivono: «Dal 1. gennaio 2020, la (semi)autostrada N24 che collega Mendrisio e Stabio ovest, finora considerata come strada cantonale, è stata integrata nella rete delle strade nazionali e si è reso obbligatorio l’uso del contrassegno autostradale per transitarvi. In questi primi giorni dell’anno si ha la percezione (aumento di traffico) che, un gran numero di utenti che precedentemente transitavano sulla tratta menzionata, abbiano ora optato per la strada cantonale via Genestrerio o per la rete di strade comunali passanti per Rancate e Ligornetto». I consiglieri comunali aggiungono: «Non sarebbe da escludere che numerosi automobilisti vogliano evitare l’acquisto del contrassegno andando ad incrementare i transiti su strade orientate all’insediamento; le stesse che recentemente sono state (o che saranno) interessate da provvedimenti di riqualifica. Tutto sommato: perché acquistare il contrassegno se, per giungere a destinazione, si può facilmente evitare quel breve tratto della N24?». Dopo questa premessa, Gianluca Romanini e Evelyne Battaglia-Richi chiedono al Municipio:

1. Dall’introduzione del provvedimento sopra menzionato, il Municipio ha delle informazioni che possano confermare (o smentire) un aumento dei transiti sulla strada cantonale via Genestrerio rispettivamente sulle strade comunali passanti per Rancate e Ligornetto?

2. In seguito alla decisione di introdurre l’obbligo del contrassegno autostradale sulla tratta Mendrisio - Stabio Ovest, sono stati previsti dei monitoraggi (conteggio dei transiti) sulla rete stradale “parallela” alla N24?

Se l’aumento del traffico su questa rete “secondaria” fosse effettivamente confermato:

3. Quali provvedimenti può adottare il Municipio affinché venga recuperato l’uso della rete stradale gerarchicamente superiore?

4. Per l’adozione di provvedimenti di riqualifica e per disincentivare il traffico di transito sono state prese delle misure, ad esempio la chiusura al traffico in transito nel nucleo di Ligornetto, e queste (inclusi i ricorsi) si basano sulle misurazioni-transiti prima dell’obbligo del contrassegno. Allo stato attuale il Municipio reputa ancora attendibili le precedenti misurazioni?

5. I risultati di queste nuove misurazioni, non potrebbero essere integrate, nel dossier concernente la chiusura del nucleo di Ligornetto, affinché le istanze politiche e giuridiche deliberino ponderando questi termini di raffronto?

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
  • 2

    A Chiasso una tivù resiste al disfattismo

    Curiosità

    Con la sua produzione web Giacomo Morandi desidera promuovere la realtà locale: «Se anche una sola persona visita la cittadina e sosta negli esercizi pubblici, qualcosa ho ottenuto» – Il sogno è quello di diventare più grandi strizzando l’occhio anche ai giovani

  • 3

    Caso Cadei, altri due scarcerati

    giustizia

    Dopo il rilascio dei figli del proprietario, sono tornati a casa anche il 62.enne e la sua collaboratrice 35.enne - L’inchiesta in ogni caso prosegue

  • 4
  • 5

    Cremazioni da oltre confine da eccezione a regola

    Il caso

    Il forno presente al cimitero monumentale di Como è chiuso dal 2016 - Da anni i residenti lariani sono costretti a cercare alternative e molte richieste giungono a Chiasso - Nel corso del 2019 sono 350 le sollecitazioni pervenute in Ticino dalla provincia limitrofa

  • 1
  • 1