Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

Valle di Muggio

La masseria sulle pendici del Generoso ha aperto le sue porte al pubblico che per due giorni ha potuto visitarla accompagnato ai promotori del disegno di recupero

 Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita
©CDT/GABRIELE PUTZU

Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

©CDT/GABRIELE PUTZU

 Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

 Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

 Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

 Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

 Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

Pianspessa senza segreti e vicina alla rinascita

C’è chi l’ha definito un posto magico e chi ha paragonato il progetto di cui è protagonista un viaggio nel tempo. Da quando ha cominciato a far parlare di sé la masseria di Pianspessa è in ogni caso entrata nel cuore di tanti. Vuoi per la sua storia (la sua costruzione è attribuibile a un noto architetto, Simone Cantoni vissuto tra il 1739 e il 1818), vuoi per la sua posizione suggestiva sulle pendici del monte Generoso e affacciata sulla Valle di Muggio, vuoi perché il sogno dei due fratelli momò che si sono lanciati in quell’avventura che è il suo restauro e la sua valorizzazione ha colpito molte persone.

Parola d’ordine: condividere

È quindi anche per coinvolgere le persone a cui la rinascita del podere è entrata nel cuore che questo fine settimana la masseria ha aperto le sue porte al pubblico,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Lidia Travaini
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Arzo segnò la vita di Segre, la memoria permetterà di non dimenticare

    Iniziativa

    Un gruppo di consiglieri comunali chiede di conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, respinta nel 1943 al confine del quartiere mendrisiense e di dedicare uno spazio pubblico ai tentativi di trovare rifugio in Ticino che segnarono in modo indelebile la storia del Mendrisiotto

  • 2

    Tiratori armati di pazienza: lavori allo stand in ritardo

    Morbio Superiore

    Il rinnovo del poligono della Rovagina avrebbe dovuto iniziare in questi giorni - Un’autorizzazione federale si è però fatta attendere diversi mesi e il cantiere è slittato di almeno un anno - A breve però sarà staccata la licenza edilizia e si potrà procedere con le richieste di credito ai Legislativi

  • 3

    Il mulino può ripartire, c’è la licenza edilizia

    Maroggia

    L’Esecutivo ha rilasciato martedì sera l’autorizzazione per la ricostruzione dell’edificio distrutto dalle fiamme nel novembre del 2020 – Il titolare Alessandro Fontana: «Adesso andiamo avanti a tutto gas» – L’obiettivo, fra un anno, è quello di collaudare l’impianto

  • 4

    Tour de Suisse: si dovrà sudare sul circuito momò

    Ciclismo

    La tappa del 16 giugno del Tour de Suisse sarà interamente ticinese con arrivo a Novazzano - I corridori percorreranno tre volte un anello comprendente l’Acqua fresca, la salita di Pedrinate e quella della Torraccia - Gli organizzatori: «Tracciato impegnativo con ascese fino al 16%»

  • 5

    Oltre la ramina a Stabio per sfuggire alle persecuzioni

    Frontiere

    Una donna ebrea milanese, accompagnata dal marito, è tornata a Stabio, nel punto dove nel 1943 attraversò il confine e in modo rocambolesco raggiunse la salvezza – Bruna Cases: «Un momento di grande commozione, sappiamo di essere stati molto fortunati»

  • 1
  • 1