Più turisti in vetta al Generoso: «Avviata una controtendenza»

Trenino a cremagliera

Archiviata in anticipo la stagione 2019, per la Ferrovia Monte Generoso è tempo di bilanci - Abbiamo intervistato il suo direttore Lorenz Brügger

Più turisti in vetta al Generoso: «Avviata una controtendenza»
© CdT/Gabriele Putzu

Più turisti in vetta al Generoso: «Avviata una controtendenza»

© CdT/Gabriele Putzu

Sul Generoso un’altra stagione è stata archiviata. Quest’anno, più che mai, la chiusura invernale della FMG non corrisponderà però a un periodo di inattività. Sulla montagna sarà infatti presto inaugurato un importante cantiere. Abbiamo incontrato il direttore Lorenz Brügger per parlare di passato, presente e futuro.

Quanti sono i passeggeri che sono saliti in vetta al Monte Generoso con il trenino nel corso della stagione 2019? Come valuta questa cifra paragonandola a quella dello scorso anno?

«La cifra assoluta non può essere confrontata con quella dell’anno scorso in quanto la stagione 2019 si basa su circa tre mesi in meno di attività. Ciò che possiamo dire, tuttavia, è che la cifra media di visitatori al giorno è superiore di circa il 5 per cento rispetto all’anno scorso. Il declino del 2017/2018 è stato bloccato ed è stata avviata una controtendenza».

Una fetta di turisti raggiunge la vetta a piedi. Avete dati sul loro numero?

«Non è facile fare una stima degli ospiti che salgono a piedi, ma possiamo tuttavia affermare che si tratti di un ulteriore 10-20% di visitatori».

La stagione 2019 è stata caratterizzata da una chiusura «anticipata» a causa del cantiere per la manutenzione della ferrovia (che si protrarrà per quattro inverni e porterà al rinnovo di 9 chilometri di binari). Cosa implica chiudere anticipatamente in termini economici e di passeggeri trasportati?

«La chiusura “anticipata” (il primo weekend di novembre è stato l’ultimo di apertura, ndr) significa che stiamo perdendo la forte attività natalizia, in particolare relativamente alle cene aziendali, e la vigilia di Capodanno. D’altro canto, possiamo anche ridurre certi costi. Tuttavia, tale chiusura è stata pianificata nel dettaglio e quindi calcolata nel bilancio».

Il 2019 è il suo primo anno completo come direttore della Ferrovia Monte Generoso, è infatti entrato in carica nell’agosto del 2018. Qual è il suo bilancio?

«La conclusione del mio primo anno intero come responsabile è che è stato un successo. Abbiamo fatto molto meglio del previsto. Ma abbiamo ancora così tanto potenziale e così tante idee che posso solo dire che abbiamo ancora molta strada da percorrere. Quindi guardo al futuro con fiducia».

Può già darci un’anteprima di cosa ci attende nel 2020? Ci saranno novità particolari?

«Nel 2020 continueremo a perseguire e sviluppare la strada intrapresa. Inoltre, il recentissimo arrivo della nuova responsabile marketing, Monica Besomi, darà un ulteriore fondamentale impulso. Posso solo aggiungere che la prossima stagione avrà un programma ampio, entusiasmante e per tanti versi anche ricco di novità».

Il 2019 della FMG è anche stato l’anno della discussione che ha accompagnato alcuni licenziamenti/avvicendamenti tra i vostri dipendenti. I movimenti di personale possono considerarsi conclusi? Di quante unità è cambiato il vostro organico? Quanti sono attualmente i dipendenti della FMG?

«Un’azienda è sempre in movimento ed è flessibile ai continui cambiamenti del mercato. Nessuno conosce il futuro. Siamo ben posizionati per il momento, ma ci interroghiamo costantemente. Per questo non escludo mai niente. Ma vorrei sottolineare che tutti i collaboratori licenziati sono stati completamente sostituiti. Abbiamo anche assunto personale in più e stiamo pagando una massa salariale notevolmente più elevata, rispetto agli anni che hanno preceduto il mio arrivo come responsabile. L’obiettivo è lo sviluppo sostenibile dell’azienda e, come già accennato, siamo su un’ottima strada».

Il boom del 2017 e il successivo calo

Per la Ferrovia Monte Generoso il 2017 era stato «l’anno del boom». Dopo 3 anni di chiusura totale a causa del cantiere per la realizzazione del Fiore di pietra i passeggeri trasportati in vetta con il trenino quell’anno erano stati 98.000. Il grande successo si era confermato solo in parte l’anno successivo: nel 2018 i passeggeri trasportati dalla FMG erano stati 72.500. Nel 2019 la tendenza si è però invertita: quest’anno la cifra media di visitatori al giorno è superiore di circa il 5 per cento rispetto all’anno scorso.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
  • 1