«Prima i nostri»: mozione di Robbiani da respingere

Politica

Il Municipio di Mendrisio invita a non accogliere il testo che proponeva di adottare il principio della preferenza indigena in caso di nuove assunzioni in Comune - «Il principio di nomina presente nel ROD è già superiore rispetto a quelli enunciati nella mozione»

«Prima i nostri»: mozione di Robbiani da respingere
© CdT/Archivio

«Prima i nostri»: mozione di Robbiani da respingere

© CdT/Archivio

Inserire nella normativa comunale il principio della preferenza indigena in occasione di nuove assunzioni di dipendenti comunali, o presso isituti e aziende comunali, così come negli enti autonomi e le partecipate della Città. La richiesta era stata formulata, tramite una mozione al Municipio di Mendrisio, da Massimiliano Robbiani (Lega).

Per l’Esecutivo il testo è però da respingere. In un messaggio propone quindi al Consiglio comunale di non accogliere la mozione.

Che la mozione fosse da respingere il Municipio lo aveva già sottolineato nel suo rapporto preliminare. Nel testo spiegava infatti che il Regolamento organico dei dipendenti (ROD) della Città prevede «che il candidato debba essere di cittadinanza svizzera» e che «a parità di requisiti, è data preferenza ai candidati domiciliati nel Comune, rafforzando ulteriormente il concetto di preferenza indigena». La conclusione del Dicastero amministrazione è che «il principio di nomina presente nel ROD è già superiore rispetto a quelli enunciati nella mozione. Di fatto, il Municipio potrebbe procedere all’assunzione di personale di nazionalità straniera, ma solo domiciliato o residente - il condizionale è d’obbligo perché tale condizione non si è mai verificata - solo in caso di necessità».

La mozione ha diviso la commissione delle Petizioni. In un rapporto di minoranza firmato dal rappresentante leghista si invita ad accogliere il testo, in quello di maggioranza si spiega invece che la mozione «andrebbe solo a peggiorare l’attuale situazione delle assunzioni nel nostro Comune, già ottimamente regolamentata».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Fermate momò? Le FFS rispondono picche

    treni diretti

    Le Ferrovie federali svizzere replicano alla richiesta di Municipi e associazioni: «I treni Intercity a lunga percorrenza non faranno fermate supplementari né a Chiasso né a Mendrisio»

  • 2
  • 3

    Chiasso, città ritrovata: «C’era bisogno di centro»

    Post lockdown

    Riflessione con il sindaco Bruno Arrigoni su cosa abbiano significato la pandemia e le sue conseguenze per la cittadina di confine: «Abbiamo capito l’esigenza di stare insieme e abbiamo promosso interventi in questo senso. La risposta è stata molto positiva, quasi sorprendentemente»

  • 4
  • 5

    Dal Fiore di Pietra all’Eremo di San Nicolao

    Nuova gerenza

    Superate le difficoltà nella ricerca di interessati, sarà Carloalberto Molina, reduce da un’esperienza sul Generoso, a garantire continuità all’attività del grotto sopra Mendrisio

  • 1
  • 1