Scattano le manette per l’accoltellamento a Riva San Vitale

fatto di sangue

La 43.enne è stata arrestata con l’accusa di tentato omicidio dopo un alterco in un appartamento nella località lacustre - L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Zaccaria Akbas

Scattano le manette per l’accoltellamento a Riva San Vitale
©CdT/Archivio

Scattano le manette per l’accoltellamento a Riva San Vitale

©CdT/Archivio

Una 43enne cittadina svizzera domiciliata nel Mendrisiotto è stata arrestata ieri con l’accusa di tentato omicidio. Come riportano Ministero pubblico e polizia cantonale, per cause che l'inchiesta dovrà stabilire, nel corso di un alterco in un appartamento di Riva San Vitale la donna ha aggredito con un'arma da taglio il compagno, un 39enne cittadino svizzero pure residente nella regione, cagionandogli una ferita al collo. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale e, in supporto, della Polizia della città di Mendrisio. Le ipotesi di reato nei confronti della 43enne sono di tentato omicidio, lesioni gravi subordinatamente lesioni semplici. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Zaccaria Akbas.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
  • 1