«Servono strade più sicure»

Viabilità

Il gruppo Per Vacallo-PPD-Indipendenti auspica uno studio sull’intensità del traffico e in seguito interventi risolutivi lungo i percorsi d’accesso agli istituti scolastici e in via al Colle

«Servono strade più sicure»

«Servono strade più sicure»

Il gruppo Per Vacallo-PPD-Indipendenti vuole che vengano eseguiti studi di fattibilità per la sicurezza e la moderazione del traffico nelle strade di accesso agli istituti scolastici e in via al Colle che rappresenta l’arteria principale di collegamento con Chiasso e con l’autostrada, utilizzata anche da molti residenti della Valle di Muggio. La richiesta figura in un’interpellanza al Municipio.

Per il partito, via Franscini e via Fontanella per le scuole elementari e via Pizzamiglio per la scuola dell’infanzia necessitano di un maggior grado di sicurezza per bambini e genitori.

Sicurezza necessaria anche in via al Colle, «una strada orientata al traffico, con 8.000 veicoli al giorno, dove si devono garantire le migliori condizioni di sicurezza e le esigenze di tutti gli utenti della strada, pedoni, due ruote e circolazione automobilistica privata e pubblica. Questa storica via vacallese abitata da famiglie con bambini ed anziani è rimasta invariata da almeno 50 anni ed è oggi inadeguata, senza marciapiedi e strisce pedonali». Gli interpellanti ritengono, quindi, che per via al Colle sia necessario avviare uno studio per introdurre misure di moderazione e arredo urbano, con l’obiettivo di riqualificare lo spazio stradale e di migliorarne la sicurezza generale, in particolare per la mobilità lenta, e favorire la qualità della vita.

Prevenzione

Per i tre accessi agli istituti scolastici citati in precedenza, «si chiede uno studio che tenga in considerazione la prevenzione degli incidenti e della sicurezza in base al modello UPI 50/30 che regola le velocità di circolazione nell’abitato, distinguendo tra strade orientate al traffico e strade orientate all’insediamento, con adeguate misure di sistemazione e di moderazione e messa in sicurezza, come passaggi pedonali sicuri, marciapiedi, corsie ciclabili, ovvero con l’introduzione di zone 30 e l’uso misto dello spazio stradale».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Quando la voglia di bici ti porta fra vigneti e prati

    Novazzano

    Si completa la rete di piste ciclopedonali che collega il comune ai due poli del Mendrisiotto – In pubblicazione il concorso per il progetto dal centro paese al Pian Faloppia - In luglio inizieranno i lavori per il percorso via alla Fornace-via al Loi-oratorio di Boscherina

  • 2
  • 3

    Si incastrano i primi pezzi dell’hotel che è come un puzzle

    Monte Generoso

    Il disegno che mira alla creazione di un albergo composto da diverse strutture ricettive compie passi decisivi - È stata creata la società che lo gestirà e i progetti di rinnovo dei primi quattro edifici che ne faranno parte sono lanciati - Si inizia dalla Valle di Muggio

  • 4

    Test rapidi? «Sproporzionati»

    Chiasso

    Il Municipio non ritiene di dover adottare altri provvedimenti oltre a quelli già in atto alle scuole comunali – Si attiene alle riflessioni del Dipartimento della sanità e della socialità

  • 5
  • 1
  • 1