Meno chilometri in auto, ma molti di più con la bici

TRASPORTI

Il rapporto del Dipartimento del territorio mostra nel 2020 un calo degli spostamenti con treni, bus e macchine - La popolazione e i turisti hanno invece riscoperto la mobilità lenta e la tendenza si conferma anche quest’anno - Bonoli: «Il traffico sulle strade? Non è ancora tornato ai livelli pre-pandemia»

Meno chilometri in auto, ma molti di più con la bici
© CdT/ Chiara Zocchetti

Meno chilometri in auto, ma molti di più con la bici

© CdT/ Chiara Zocchetti

Nel 2020, pesantemente condizionato dalla pandemia, ci si è spostati meno. Stando a quanto emerge dal rapporto sulla «Mobilità in Ticino nel 2020» del Dipartimento del territorio, con il lockdown e le misure restrittive decise dalle autorità per contrastare il virus sono diminuiti del 21,9% i chilometri percorsi in bus e del 36,8% quelli in treno. Non solo. Il calo ha riguardato anche auto e moto (-20,5%) e il distretto con la decrescita più marcata dei volumi di traffico è il Mendrisiotto, a causa principalmente dei limiti imposti alla mobilità transfrontaliera tra marzo e giugno. Al contrario, il Locarnese, complice il grande afflusso di turisti durante i mesi estivi e autunnali, ha registrato il calo più contenuto.

Cresce un po’ ovunque

Segno più, invece, per la mobilità ciclabile. Nel 2020...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1