Migros: misure per prevenire il contagio

pandemia

Provvedimenti per la clientela: accesso permesso solo a singole persone, guanti obbligatori per prendere frutta e verdura, distanze di sicurezza da rispettare, da prediligere il pagamento tramite carta

 Migros: misure per prevenire il contagio
KEYSTONE/Alexandra Wey

Migros: misure per prevenire il contagio

KEYSTONE/Alexandra Wey

Per prevenire la diffusione del Coronavirus, Migros Ticino ha adottato una serie di misure che la clientela è pregata di rispettare:

1. L’accesso ai punti di vendita è consentito solo a singole persone, di età inferiore a 65 anni.

2. L’accesso ai punti di vendita viene gestito da responsabili della sicurezza, che assicurano che il numero di clienti presenti contemporaneamente nel negozio non superi i limiti definiti dal Governo ticinese (da 10 a 90 persone a seconda della grandezza).

3. I clienti sono pregati di entrare nei punti di vendita con le mani disinfettate e dotati di carrelli/trolley con maniglia pure disinfettati. All’entrata si trovano materiale e personale addetto all’assistenza nella disinfezione.

4. In attesa di entrare, e durante la permanenza nel punto di vendita, va rispettata la distanza sociale (2 metri dagli altri clienti e dal personale).

5. Per l’acquisto di frutta e verdura non imballata vanno usati i guanti monouso posti vicino alle bilance.

6. Per fare la spesa va data priorità ai sistemi con pagamento automatico (self checkout e self scanning). In cassa va data la preferenza al pagamento tramite carte (Postale, Maestro o Migros).

7. Se si utilizzano le casse a nastro, dialogando con l’operatore durante le varie operazioni, è imperativo tenersi dietro la parete di protezione in plexiglas.

«Ricordiamo alla clientela - si legge nel comunicato di Migros - che l’approvvigionamento di merce è assicurato, non è quindi necessario fare più scorte del dovuto.

Preghiamo d’altra parte i nostri clienti di preparare una lista della spesa con il fabbisogno di 3 giorni (durata dei prodotti freschi). Così facendo possono evitare sia di uscire frequentemente di casa sia lo spreco alimentare.

Ci scusiamo per eventuali inconvenienti e preghiamo l’utenza di avere particolare attenzione per i collaboratori, che malgrado la difficile situazione continuano ad assicurare l’approvvigionamento alimentare alla popolazione».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1