Niente accesso alla sentenza, il Governo ricorre

Il caso

Il Consiglio di Stato ha impugnato davanti al TF la decisione della Corte di appello e revisione penale riguardo alla sentenza dell’ex funzionario del DSS

Niente accesso alla sentenza, il Governo ricorre

Niente accesso alla sentenza, il Governo ricorre

Il Consiglio di Stato ticinese ha deciso di impugnare davanti al Tribunale federale (TF) la decisione della Corte di appello e revisione penale (Carp) di negargli l’accesso alla sentenza di primo grado emessa lo scorso gennaio nei confronti dell’ex funzionario del DSS condannato per coazione a una pena pecuniaria di 120 aliquote sospesa con la condizionale.

La notizia, anticipata da La Regione, riguarda la richiesta da parte del Governo di prendere visione della sentenza in particolare per poter far luce su una presunta situazione di omertà all’interno dell’amministrazione cantonale riguardo al caso dell’ex funzionario.

Tuttavia tre settimane fa la Carp ha rifiutato tale richiesta poiché il verdetto non è ancora definitivo e tutte le parti in causa hanno inoltrato ricorso.

Una decisione che però non è piaciuta all’Esecutivo cantonale che, come detto, ha quindi inoltrato ricorso al TF.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Altro che virus e distanze, i partiti son tutti... vicinissimi

    Bellinzona

    La destra che non molla la presa sui sorpassi di spesa e la non ricandidatura di Christian Paglia alle elezioni del 2021 hanno lanciato la campagna - Il PLR con solo un uscente su tre deve difendersi dal PS e da Lega e UDC - Nel mezzo PPD, Verdi e MPS

  • 2

    Prende forma il futuro delle funivie centovalline

    Concorso

    Il progetto «Umbrela» dell’architetto Francesco Buzzi si aggiudica il concorso per la Verdasio-Rasa – Il rinnovo completo delle strutture comporta un investimento di 11,7 milioni di franchi – L’iter rallentato dal coronavirus

  • 3

    «Frontalieri da limitare nel settore sanitario»

    Coronavirus

    Per il gruppo liberale radicale Maristella Polli presenta una mozione volta a potenziare e rendere più attrattiva la professione di infermiere nel nostro cantone - «Nei reparti ospedalieri non venga superata la soglia del 20% di manodopera estera»

  • 4

    A 50 anni dall’ultima corsa della Lugano-Cadro-Dino

    Storia

    Il 30 maggio 1970 veniva smantellata la ferrovia, le cui tracce sono ancora ben visibili sul territorio - L’anniversario è un’ottima occasione per riflettere sul passato e sulla scelta di sopprimere i tram, che ora torneranno a suon di milioni

  • 5

    La strategia di Chiasso per la ripartenza

    Post pandemia

    Chiesto un credito quadro di oltre 2 milioni per contrastare gli effetti negativi del coronavirus e sostenere popolazione ed economia – Tra rilancio digitale e sostegno alle aziende,
    molte le ricette proposte, tra cui una serie di interventi a titolo di investimento per 1,35 milioni di franchi

  • 1
  • 1