Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

cantone

Il Governo ha voluto esprimere al 20.enne gambarognese le proprie felicitazioni, a nome di tutta la comunità ticinese, per lo storico risultato ottenuto a Tokyo 2020

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Noè Ponti ricevuto dal Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato ha incontrato oggi a Palazzo delle Orsoline il nuotatore ticinese Noè Ponti, congratulandosi per la medaglia di bronzo olimpica conquistata ai giochi olimpici di Tokyo 2020, nella specialità dei 100 metri delfino.

Il Governo ha espresso al 20.enne gambarognese le proprie felicitazioni, a nome di tutta la comunità ticinese, per lo storico risultato ottenuto lo scorso 31 luglio in Giappone. Si è trattato della ventunesima medaglia olimpica assegnata a un atleta del nostro Cantone, ed è giunta a 101 anni dalla prima, che fu conquistata il 3 agosto 1920 ad Anversa, in Belgio, dal tiratore bellinzonese Domenico Giambonini.

L’incontro è stato l’occasione per discutere delle eccellenti prestazioni che Noè Ponti ha fatto registrare in questa stagione: un crescendo entusiasmante, culminato ai Giochi di Tokyo, con la finale mancata per soli 6 centesimi nei 200 metri delfino e il successivo terzo posto nei 100 metri delfino. Da ricordare anche il sesto posto ottenuto nella staffetta 4x200m stile libero.

Consegnando un omaggio a nome del Consiglio di Stato, il Presidente Manuele Bertoli ha colto infine l’occasione per rivolgere a Noè Ponti i migliori auguri in vista del suo futuro sportivo e accademico, che vedrà il giovane nuotatore proseguire negli Stati Uniti i propri studi e allenamenti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    «Addio ignoto, benvenuta concretezza»

    Polo sportivo

    Il dirigente dell’FC Lugano Michele Campana guarda al futuro con rinnovato ottimismo: «La proprietà avrà anche la possibilità di entrare nel dettaglio del progetto; posso infatti immaginare che sarà interessata a rendere l’impianto il più possibile affine e funzionale alle proprie visioni»

  • 2

    L’MPS: «Una sconfitta più che onorevole»

    Lugano e PSE

    Il Movimento per il socialismo si dice comunque soddisfatto del risultato ottenuto: «È in questa prospettiva che intendiamo continuare a seguire questo progetto e a denunciare tutti gli aspetti critici evidenziati nella campagna

  • 3
  • 4
  • 5

    Il Polo sportivo e degli Eventi si farà

    Lugano

    La discussa realizzazione del PSE ha superato lo scoglio delle urne: hanno votato oltre 21 mila luganesi, favorevole il 56,8% – Le reazioni di Foletti, Badaracco, Blaser, Jelmini e degli altri «vincitori» – FOTO e VIDEO

  • 1
  • 1