«Noi, abbandonati e delusi»

BAR E RISTORANTI

Tra i proprietari dei locali costretti rimanere chiusi almeno fino a inizio aprile regna il malumore dopo le decisioni di Berna - Alle autorità si chiedono aiuti celeri per poter riaprire dopo i mesi difficili e si cerca di guardare con speranza al periodo estivo

«Noi, abbandonati e delusi»
© CdT/Gabriele Putzu

«Noi, abbandonati e delusi»

© CdT/Gabriele Putzu

Il giorno dopo le decisioni del Consiglio federale, l’umore dei ristoratori è a terra. Davanti al bar Laura di Lugano un gruppetto di clienti passati per un caffè, rigorosamente «da asporto», parlotta della strategia graduale di uscita dal lockdown di Berna. «Chissà quando ne usciremo davvero», dice qualcuno. Dentro, il proprietario Reto Blumenthal ha lo sguardo sconsolato. «È un giorno triste, per me come per i colleghi. Mi aspettavo di poter ripartire. Sono deluso e confuso, mi sembra che le autorità facciano di tutto per cambiare continuamente le carte in tavola. Di fronte a questa incertezza, diventa difficile fare piani per il futuro», sottolinea Blumenthal, rappresentante di una categoria, quella della ristorazione, che avverte la sensazione di essere «un capro espiatorio». «Perché noi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Mano tesa agli esercenti

    Aperture

    GastroTicino chiede aiuto ai Comuni affinché autorizzino l’estensione delle terrazze sul suolo pubblico per compensare i posti a sedere che si perderanno con il distanziamento sociale - I principali centri urbani hanno già stabilito alcune misure di sostegno finanziario

  • 2

    Una preziosa perla salvata e tutta da scoprire

    losone

    Si sta concludendo l’operazione di restauro degli affreschi quattrocenteschi nella chiesa di San Giorgio – Ora il pubblico potrà tornare nell’antico coro per ammirare i dipinti attributi dagli esperti alla nota Bottega dei Seregnesi

  • 3
  • 4
  • 5
  • 1
  • 1