Norman Gobbi: «Torneremo a sollecitare Berna»

Ticino

Il presidente del Consiglio di Stato commenta la mancata risposta da parte del Consiglio federale in merito ad un maggiore controllo ai confini

Norman Gobbi: «Torneremo a sollecitare Berna»
© CdT/ Chiara Zocchetti

Norman Gobbi: «Torneremo a sollecitare Berna»

© CdT/ Chiara Zocchetti

«Se prima di Natale il Ticino era uno dei cantoni messi peggio, oggi l’evoluzione epidemiologica da noi è positiva. Paghiamo quindi un po’ il fatto che negli altri cantoni la situazione dei contagi sia peggiore», commenta il presidente del Consiglio di Stato Norman Gobbi. «Gli esperti ci esortano alla prudenza, legata alla presenza delle varianti del virus anche in Ticino. Ma i dati di queste ultime settimane sono – fortunatamente – positivi. E le attività economiche oggi costrette alla chiusura vorrebbero poter tornare al più presto a lavorare».

«C’è poi un’altra “aggravante”: l’alleggerimento delle misure in Italia e in Austria stride ancora di più con il regime di restrizioni in vigore in Ticino, cantone che sta conoscendo, come detto, un’evoluzione positiva rispetto al resto della Svizzera. Dovremo tornare ad affrontare la questione, visto che il mese di febbraio è appena iniziato e la stanchezza della popolazione si fa sentire». Il Governo, annuncia Gobbi, tornerà quindi alla carica. «Torneremo a sollecitare il Consiglio federale per avere una risposta. Le misure messe in atto hanno permesso al Ticino di far calare i contagi, ma le persone iniziano a far fatica a rispettare le norme».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1