Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Coronavirus

Aggiornamento sulla campagna di vaccinazione da Palazzo delle Orsoline con il direttore della Divisione salute pubblica e il capo della Sezione del militare e della protezione della popolazione - Sono 1950 le dosi Pfizer mancanti

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi
© CdT/ Chiara Zocchetti

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

© CdT/ Chiara Zocchetti

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

(Aggiornato alle 14.45) - Le autorità cantonali hanno organizzato oggi un momento informativo a Bellinzona per un aggiornamento sulla campagna di vaccinazione attualmente in corso in Ticino. All’appuntamento a Palazzo delle Orsoline, partecipano in qualità di relatori Paolo Bianchi, direttore della Divisione della salute pubblica, e Ryan Pedevilla, capo della Sezione del militare e della protezione della popolazione.

Oltre 10.000 vaccini in Ticino ma mancano 1950 dosi Pfizer

Il primo a prendere la parola è stato il direttore della Divisione salute pubblica che ha iniziato facendo il punto sulla situazione dei contagi in Ticino. La discesa dei dati iniziata con l’Epifania continua sia per quanto riguarda i contagi sia per le ospedalizzazioni. «La campagna di vaccinazione intanto prosegue - ha continuato Bianchi - ricordando che lunedì apriranno i minicentri di Tesserete e Ascona che si aggiungono a quello già operativo di Rivera. In Ticino sono già state fatte 10.275 vaccinazioni (dato aggiornato al 21 gennaio, ndr)».

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

L’organizzazione è capillare, ricorda Bianchi, ma le dosi scarseggiano: «La ditta Pfizer ha infatti annunciato per le prossime settimane una riduzione degli approvvigionamenti. Riduzione che dovrebbe essere risolta verso la metà di febbraio ma che avrà ripercussioni anche nel nostro cantone». Sono in tutto 1950 le dosi mancanti.

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Una nuova fornitura di vaccini Pfizer era prevista per il 19 di gennaio ma è stata annullata; per un’ulteriore erogazione, prevista per i primi di febbraio, è stata annunciata tre giorni fa, mercoledì 20 gennaio, una riduzione delle dosi e, anche in questo caso, un rinvio negli arrivi per la seconda settimana di febbraio invece che per inizio mese, ha spiegato ancora il direttore. «Il secondo richiamo di chi si è già vaccinato è garantito e questi ritardi verranno in parte compensati dall’arrivo del vaccino Moderna», ha concluso Bianchi.

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Le dosi sulle quali i Comuni contano, ci sono

«Tutte le dosi promesse ai Comuni sono confermate - ha continuato Ryan Pedevilla -, i Comuni possono quindi andare avanti con gli appuntamenti già presi». A Rivera si riescono a vaccinare circa 200 persone e i centri lavorano per dieci ore ogni giorno, ha spiegato il capo della Sezione del militare e della protezione della popolazione. Alle 9 di lunedì apriranno anche i due nuovi centri - Tesserete e Ascona - che permetteranno di triplicare il numero di vaccinazioni fatte. «Parallelamente è iniziata la campagna di prossimità che permette di raggiungere con più facilità le fasce più fragili». A questo proposito, Pedevilla invita ad annunciarsi correttamente, contattando il proprio comune e usando il numero verde cantonale solo per modifiche ad appuntamenti già presi (vedi sotto).

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi

Per chi le dosi sono assicurate?

Chi ha fatto il primo vaccino e aspetta il richiamo, ricapitolando, ha la dose garantita. Lo stesso vale per chi ha già ottenuto un appuntamento per l’immunizzazione. Chi invece non ha ancora preso contatto e ha più di 80 anni, oppure più di 75 ma convive con un over 80, può comunque contattare il proprio Comune per prendere un appuntamento e verrà messo in lista di attesa. La situazione legata ai ritardi nei rifornimenti delle dosi di vaccino dovrebbe ad ogni modo regolarizzarsi attorno alla metà di febbraio, ha infine precisato Paolo Bianchi.

Oltre 10.000 vaccini fatti in Ticino, ma ora mancano le dosi
©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    «Dati contraddittori, serve un approfondimento»

    Lavoro

    Stefano Rizzi, direttore della Divisione dell’economia, sugli occupati in Ticino: «Difficile dare un’interpretazione» – Nel quarto trimestre il numero di posti nel cantone è diminuito del 4,4% mentre i lavoratori residenti all’estero su base annua sono aumentati dello 0,8% a 70.115 – Il trend diverso è in parte spiegabile con le differenti metodologie di calcolo delle statistiche

  • 3

    Quando la voglia di bici ti porta fra vigneti e prati

    Novazzano

    Si completa la rete di piste ciclopedonali che collega il comune ai due poli del Mendrisiotto – In pubblicazione il concorso per il progetto dal centro paese al Pian Faloppia - In luglio inizieranno i lavori per il percorso via alla Fornace-via al Loi-oratorio di Boscherina

  • 4

    «I castelli sono una gemma, e non chiamateli “Fortezza”»

    Bellinzona

    Commissione della Gestione compatta per la valorizzazione del patrimonio Unesco, la denominazione scelta però non convince - Promosso anche il Programma d’azione comunale che ridisegna il territorio da qui al 2040: «Mette i quartieri sullo stesso piano»

  • 5
  • 1
  • 1