Padre prosciolto: non trasportò quella droga

Era accusato di essere stato correo del figlio (condannato a gennaio) per tre trasporti di 10 chili di eroina, ma la Corte l'ha trovato esente da colpe, l'ha scarcerato e gli ha riconosciuto 15.200 franchi di torto morale

Padre prosciolto: non trasportò quella droga

Padre prosciolto: non trasportò quella droga

LUGANO - Un 62.enne albanese residente in Italia è stato prosciolto oggi dall'accusa di aver importato e trasportato 10 kg di eroina. L'uomo era stato arrestato a luglio alla Stampa, dove si era recato per trovare il figlio, condannato a gennaio a 5 anni di carcere per il medesimo reato.

A mente dell'accusa, rappresentata dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli (che aveva chiesto 4 anni di carcere), il padre era complice del figlio, avendo partecipato a due dei tre trasporti e avendo prestato la macchina nel terzo: "Non poteva non sapere".

Da parte sua, l'uomo, difeso dall'avvocato Sabrina Aldi, si è sempre professato innocente. La Corte delle assise criminali di Lugano, presieduta dal giudice Marco Villa si è detta concorde con questa versione affermando infine che non ci sono indizi sufficienti per una sua condanna. La sentenza è stata accolta da un breve applauso da parte dei parenti dell'uomo presenti in aula.

Oltre il proscioglimento dall'accusa di infrazione aggravata alla legge sugli stupefacenti, all'imputato è stato anche riconosciuto un torto morale pari a 15.200 franchi per i 76 giorni passati in carcere.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
    Lavoro

    «Dati contraddittori, serve un approfondimento»

    Stefano Rizzi, direttore della Divisione dell’economia, sugli occupati in Ticino: «Difficile dare un’interpretazione» – Nel quarto trimestre il numero di posti nel cantone è diminuito del 4,4% mentre i lavoratori residenti all’estero su base annua sono aumentati dello 0,8% a 70.115 – Il trend diverso è in parte spiegabile con le differenti metodologie di calcolo delle statistiche

  • 3
    Novazzano

    Quando la voglia di bici ti porta fra vigneti e prati

    Si completa la rete di piste ciclopedonali che collega il comune ai due poli del Mendrisiotto – In pubblicazione il concorso per il progetto dal centro paese al Pian Faloppia - In luglio inizieranno i lavori per il percorso via alla Fornace-via al Loi-oratorio di Boscherina

  • 4
    Bellinzona

    «I castelli sono una gemma, e non chiamateli “Fortezza”»

    Commissione della Gestione compatta per la valorizzazione del patrimonio Unesco, la denominazione scelta però non convince - Promosso anche il Programma d’azione comunale che ridisegna il territorio da qui al 2040: «Mette i quartieri sullo stesso piano»

  • 5
  • 1