Padre prosciolto: non trasportò quella droga

Era accusato di essere stato correo del figlio (condannato a gennaio) per tre trasporti di 10 chili di eroina, ma la Corte l'ha trovato esente da colpe, l'ha scarcerato e gli ha riconosciuto 15.200 franchi di torto morale

Padre prosciolto: non trasportò quella droga

Padre prosciolto: non trasportò quella droga

LUGANO - Un 62.enne albanese residente in Italia è stato prosciolto oggi dall'accusa di aver importato e trasportato 10 kg di eroina. L'uomo era stato arrestato a luglio alla Stampa, dove si era recato per trovare il figlio, condannato a gennaio a 5 anni di carcere per il medesimo reato.

A mente dell'accusa, rappresentata dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli (che aveva chiesto 4 anni di carcere), il padre era complice del figlio, avendo partecipato a due dei tre trasporti e avendo prestato la macchina nel terzo: "Non poteva non sapere".

Da parte sua, l'uomo, difeso dall'avvocato Sabrina Aldi, si è sempre professato innocente. La Corte delle assise criminali di Lugano, presieduta dal giudice Marco Villa si è detta concorde con questa versione affermando infine che non ci sono indizi sufficienti per una sua condanna. La sentenza è stata accolta da un breve applauso da parte dei parenti dell'uomo presenti in aula.

Oltre il proscioglimento dall'accusa di infrazione aggravata alla legge sugli stupefacenti, all'imputato è stato anche riconosciuto un torto morale pari a 15.200 franchi per i 76 giorni passati in carcere.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
    Bellinzona

    Altro che virus e distanze, i partiti son tutti... vicinissimi

    La destra che non molla la presa sui sorpassi di spesa e la non ricandidatura di Christian Paglia alle elezioni del 2021 hanno lanciato la campagna - Il PLR con solo un uscente su tre deve difendersi dal PS e da Lega e UDC - Nel mezzo PPD, Verdi e MPS

  • 2
    Concorso

    Prende forma il futuro delle funivie centovalline

    Il progetto «Umbrela» dell’architetto Francesco Buzzi si aggiudica il concorso per la Verdasio-Rasa – Il rinnovo completo delle strutture comporta un investimento di 11,7 milioni di franchi – L’iter rallentato dal coronavirus

  • 3
    Coronavirus

    «Frontalieri da limitare nel settore sanitario»

    Per il gruppo liberale radicale Maristella Polli presenta una mozione volta a potenziare e rendere più attrattiva la professione di infermiere nel nostro cantone - «Nei reparti ospedalieri non venga superata la soglia del 20% di manodopera estera»

  • 4
    Storia

    A 50 anni dall’ultima corsa della Lugano-Cadro-Dino

    Il 30 maggio 1970 veniva smantellata la ferrovia, le cui tracce sono ancora ben visibili sul territorio - L’anniversario è un’ottima occasione per riflettere sul passato e sulla scelta di sopprimere i tram, che ora torneranno a suon di milioni

  • 5
    Post pandemia

    La strategia di Chiasso per la ripartenza

    Chiesto un credito quadro di oltre 2 milioni per contrastare gli effetti negativi del coronavirus e sostenere popolazione ed economia – Tra rilancio digitale e sostegno alle aziende,
    molte le ricette proposte, tra cui una serie di interventi a titolo di investimento per 1,35 milioni di franchi

  • 1