Aiuti allo studio più generosi

Il Governo propone di portare il tetto massimo delle borse destinate a chi studia fuori cantone da 16.000 a 18.000 franchi

Aiuti allo studio più generosi

Aiuti allo studio più generosi

BELLINZONA – Da 16.000 a 18.000 franchi. È l'innalzamento del tetto massimo dell'aiuto a chi studia fuori cantone proposto martedì dal Consiglio di Stato. A sollecitare un intervento in questa direzione era un'iniziativa elaborata del PS, che in maggio aveva chiesto all'Esecutivo di portare la soglia a 20.000 franchi. Ora il Governo invita dunque il Parlamento a percorrere la via del compromesso, accogliendo parzialmente le richieste degli iniziativisti. Questi ultimi auspicavano infatti anche l'abrogazione dell'articolo di legge con cui è previsto che le borse di studio richieste dai frequentatori di un master, possano essere convertite fino a un massimo di un decimo in prestiti da restituire. Una misura, questa, invece che rimarrà invariata. A sollecitare un rafforzamento degli aiuti allo studio era stato anche il Sindacato degli studenti e degli apprendisti, che in aprile aveva consegnato a Palazzo delle Orsoline una petizione sottoscritta da 2.200 cittadini.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
    giustizia

    «Manuale Cencelli da rivedere»

    La politica apre a una revisione del sistema di nomina dei procuratori pubblici - Il pg Andrea Pagani ipotizza un cambiamento che non fa l’unanimità - Fiorenzo Dadò: «Inaccettabili interferenze esterne» - Alessandro Speziali: «Un miglioramento è necessario»

  • 2
  • 3
    ticino

    Segnala il mobbing, il Governo la licenzia

    La denuncia di una dipendente dell’Amministrazione pubblica che accusa alcuni dipendenti, a partire dal vertice, di «mobbing, favoritismi, abuso di potere, molestie sessuali, ricatti, minacce...»

  • 4
    politica

    Il PPD annuncia battaglia: «Non possiamo più tacere»

    Giustizia, casse malati e finanze pubbliche al centro del comitato cantonale, per la prima volta online - Il presidente: «Ci sono situazioni che vanno affrontate» - Triplice sì in vista della votazione popolare del 7 marzo

  • 5
  • 1