Al via la raccolta firme per la pernice bianca

Ambiente

Il comitato dovrà ora raccogliere 7.000 firme entro il 16 gennaio del prossimo anno

Al via la raccolta firme per la pernice bianca

Al via la raccolta firme per la pernice bianca

Dopo aver consegnato il testo alla Cancelleria dello Stato, è partita oggi la raccolta firma per l’iniziativa popolare «lasciamo vivere la pernice bianca». Per la riuscita dell’iniziativa il comitato dovrà raccogliere 7.000 firme entro il 16 gennaio del prossimo anno. Proprio in occasione dell’inizio della raccolta firme a Lugano oggi è stata costituita la relativa Associazione «Lasciamo vivere la pernice bianca» ed è stato attivato il sito www.pernicebianca.ch, dove è possibile scaricare l’argomentario e il formulario da firmare.

L’iniziativa, ricordiamo, è nata dopo la moratoria introdotta dal Dipartimento del territorio (DT), che appunto, per la stagione venatoria di quest’anno ha proibito la caccia di questa specie. A tale moratoria, la federazione ticinese cacciatori si era fermamente opposta.

Al comitato pubblico di sostegno dell’iniziativa hanno aderito il WWF Svizzera italiana, Ficedula (Associazione per lo studio e la conservazione degli uccelli della Svizzera italiana), ATRA (Associazione svizzera per l'abolizione della vivisezione), le Società Protezione Animali di Bellinzona (SPAB) e di Lugano e dintorni (SPALD), la GISO (Gioventù socialista), i Verdi liberali e i Giovani Verdi, e si attendono ulteriori adesioni nei prossimi giorni da parte di altre associazioni e formazioni politiche, nonché di cittadine e cittadini a titolo personale.

I promotori spiegano in un comunicato che «l’invito a firmare e far firmare l’iniziativa è rivolto a tutte le persone che hanno a cuore la natura, la biodiversità e la sorte della Pernice bianca, un bellissimo animale che sta subendo gli effetti negativi dei mutamenti climatici al Sud delle Alpi».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1