Bucalettere vuote, le federali non decollano

Elezioni

A sei giorni dall’appuntamento elettorale solo il 15% degli iscritti in catalogo ha già imbucato la propria scheda

Bucalettere vuote, le federali non decollano
Il materiale di voto.  © CdT/ Chiara Zocchetti

Bucalettere vuote, le federali non decollano

Il materiale di voto.  © CdT/ Chiara Zocchetti

Mancano ormai solo sei giorni al verdetto elettorale per la corsa a Berna. Osservando la partecipazione di coloro che hanno già imbucato il materiale di voto, però, verrebbe da dire che questa tornata elettorale non sta scaldando molto gli animi degli elettori e delle elettrici ticinesi. Attualmente la partecipazione, facendo la media dei principali centri del cantone, si ferma poco sotto il 15%.

Bucalettere vuote, le federali non decollano

Le cifre
Dati e cifre alla mano, al momento il Comune a posizionarsi sul gradino più alto del podio elettorale è Lugano, con il 16,8% degli iscritti in catalogo che hanno espresso il loro volere (pari a 5.800 cittadini su 34.600 aventi diritto). Subito sotto troviamo una contesa tra il Sopraceneri e il Sottoceneri, con Locarno al secondo posto con 1.385 votanti su 8.900, pari ad una partecipazione del 15,6%, e Chiasso poco più indietro. Nel comune di confine, ad aver già votato sono stati 700 su 4.500, ovvero il 15,5%. Segue poi Mendrisio. Nel Magnifico Borgo attualmente hanno già votato in 1.600, su un totale di iscritti in catalogo di 10.500, pari a una partecipazione del 15,2%. Penultima troviamo la capitale, dove 3.700 elettori su 26.900 hanno già votato, con una partecipazione del 14%.A chiudere la classifica Biasca, dove le buste grigie già imbucate ammontano a 394 su 3.314, ovvero l’11,9% aventi diritto.

Cantonali in fotocopia
A titolo di curiosità, anche durante la settimana del rush finale per le elezioni cantonali del 7 aprile di quest’anno, il voto per corrispondenza non era decollato. Nei principali centri del cantone, a esattamente sei giorni dall’appuntamento con le urne, la partecipazione si era infatti fermata circa al 17%. A Lugano si era registrata una quota del voto per corrispondenza pari al 18,2%. Mendrisio otteneva una percentuale di poco inferiore, pari al 17,6%, mentre a Chiasso gli elettori che avevano compilato e imbucato il materiale di voto erano stati il 17,9%. Sulla stessa lunghezza d’onda del Sottoceneri anche il Sopraceneri, con il 17% di Bellinzona, il 16,6% di Locarno e, poco più a nord, il 15,8% di Biasca. Va però ricordato che a soli due giorni dal voto tale quota era aumentata a circa il 33%.

Quattro anni fa
Sempre a titolo informativo, ricordiamo che alle scorse elezioni federali del 2015, la partecipazioni effettiva cantonale - quindi a spoglio concluso - è stata del 54,4%. Per quanto riguarda i risultati nei vari Comuni, invece, Lugano registrava una partecipazione del 49,7%, Bellinzona del 56,1%, Locarno del 43%, Chiasso del 52,5%, Mendrisio del 58% e infine Biasca del 53,7%.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1

    Quando a vincere non è (solo) un partito

    Le tendenze cantonali

    Schede senza intestazione da record: nella capitale superano addirittura tutti i partiti - Cresce il numero delle donne elette - In termini di seggi negli Esecutivi avanzano PS/Verdi e PLR, mentre registrano una flessione PPD e Lega

  • 2
  • 3
  • 4

    Lo strano caso di Cevio: due seggi per una candidata

    elezioni 2021

    Moira Medici (della lista Paese Libero), è riuscita a strappare il sindacato di quindicina all’attuale sindaco Pierluigi Martini (Alleanza Moderata) con 594 voti contro 406 - Un risultato così positivo da contare doppio in Municipio

  • 5

    Elezioni comunali 2021: tutto quel che c’è da sapere

    18 aprile

    Ottantotto Comuni verso il rinnovo dei poteri: 1.488 i candidati per i vari Municipi e 5.306 per i Consigli comunali - Il più giovane ha da poco compiuto 18 anni, il più anziano ne ha 92 - Ecco gli equilibri in gioco nei principali centri del cantone

  • 1
  • 1