Cantone-Comuni: d'amore e d'accordo?

La lettera del Governo che sollecitava gli Enti locali a boicottare l'iniziativa sarebbe stata ignorata – Felice Dafond: "Non è lo strumento corretto"

Cantone-Comuni: d'amore e d'accordo?

Cantone-Comuni: d'amore e d'accordo?

BELLINZONA - Una riunione tranquilla: "La riunione per la Piattaforma di dialogo Cantone-Comuni si è svolta in un clima positivo e costruttivo". È quanto si legge nel comunicato del Consiglio di Stato. Pace fatta quindi tra Cantoni e Comuni? Le tensioni delle scorse settimane sono già state seppellite da sorrisi e strette di mano? Così pare. Ma nel frattempo però i Municipi di Canobbio, Melide e Vernate fautori dell'iniziativa «Per Comuni forti e vicini al cittadino» si rallegrano del fatto che «almeno 65 Municipi hanno deciso di sottoporre l'iniziativa ai rispettivi legislativi preavvisandola favorevolmente», come si legge nella lettera dei promotori. Per essere considerata riuscita l'iniziativa necessita dell'adesione di un quinto dei 115 Comuni entro 60 giorni dalla sua pubblicazione sul Foglio ufficiale. La lettera del Governo per fare pressioni nei confronti de Comuni sembra non aver fatto salire la tensione. Ma se da una parte Felice Dafond afferma in maniera tranquilla che "non è lo strumento corretto", la temperatura del reale malcontento si avrà oggi, giovedì 22 novembre, quando si riunirà l'assemblea dell'Associazione Comuni ticinesi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 2
    Politica

    Sarà un consiglio esecutivo a guidare la Lega del futuro

    Il Movimento si è dotato di un nuovo statuto che sostituisce quello del fondatore Giuliano Bignasca - Creata un’assemblea dei soci - Prevista un’organizzazione con al vertice sette persone e dopo l’estate sarà nominato un coordinatore - Gobbi: «Oggi diventiamo un po’ più democratici»

  • 3
    cantone

    Tripartita, è scontro sul futuro

    A sei mesi dall’applicazione della legge sul salario minimo la Commissione si spacca in due - Per una parte del gremio consultivo, la propria missione va ripensata – A dividere i sindacati e il padronato è la possibilità di continuare a proporre contratti normali di lavoro

  • 4
    politica

    Il PLR torna in presenza e lancia l’offensiva

    Il comitato cantonale riunito a Gordola programma il rilancio del cantone dopo la pandemia - Tra le priorità ci sono il mercato del lavoro, la formazione, ma anche l’ambiente - Il presidente Alessandro Speziali: «Serve il coraggio politico di profilarsi, i nostri intenti devono sfociare in proposte concrete»

  • 5
    conti

    Migliorano un po’ le finanze del Cantone

    Le cifre del preconsuntivo indicano un disavanzo di 175,5 milioni di franchi a fronte de 230,7 milioni previsti - In base all’andamento, l’autofinanziamento negativo si stima potrà essere annullato

  • 1