Cantone-Comuni: d'amore e d'accordo?

La lettera del Governo che sollecitava gli Enti locali a boicottare l'iniziativa sarebbe stata ignorata – Felice Dafond: "Non è lo strumento corretto"

Cantone-Comuni: d'amore e d'accordo?

Cantone-Comuni: d'amore e d'accordo?

BELLINZONA - Una riunione tranquilla: "La riunione per la Piattaforma di dialogo Cantone-Comuni si è svolta in un clima positivo e costruttivo". È quanto si legge nel comunicato del Consiglio di Stato. Pace fatta quindi tra Cantoni e Comuni? Le tensioni delle scorse settimane sono già state seppellite da sorrisi e strette di mano? Così pare. Ma nel frattempo però i Municipi di Canobbio, Melide e Vernate fautori dell'iniziativa «Per Comuni forti e vicini al cittadino» si rallegrano del fatto che «almeno 65 Municipi hanno deciso di sottoporre l'iniziativa ai rispettivi legislativi preavvisandola favorevolmente», come si legge nella lettera dei promotori. Per essere considerata riuscita l'iniziativa necessita dell'adesione di un quinto dei 115 Comuni entro 60 giorni dalla sua pubblicazione sul Foglio ufficiale. La lettera del Governo per fare pressioni nei confronti de Comuni sembra non aver fatto salire la tensione. Ma se da una parte Felice Dafond afferma in maniera tranquilla che "non è lo strumento corretto", la temperatura del reale malcontento si avrà oggi, giovedì 22 novembre, quando si riunirà l'assemblea dell'Associazione Comuni ticinesi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1