Caprara aveva «riserve e perplessità» sulla congiunzione col PPD

Reazioni

Il presidente del PLRT fa le sue considerazioni sui risultati ma per ora non prende in considerazione le dimissioni

Caprara aveva «riserve e perplessità» sulla congiunzione col PPD
©CDT/Gabriele Putzu

Caprara aveva «riserve e perplessità» sulla congiunzione col PPD

©CDT/Gabriele Putzu

Caprara aveva «riserve e perplessità» sulla congiunzione col PPD

Caprara aveva «riserve e perplessità» sulla congiunzione col PPD

Il presidente del PLRT, ai microfoni di TeleTicino oggi ha escluso di ritirarsi, come è invece stato invitato a fare dall’ala radicale del partito in un comunicato a firma di Matteo Quadranti. Nella stessa occasione, Bixio Caprara ha però anche asserito di aver avuto «riserve e perplessità» riguardo alla scelta di una campagna comune con il PPD, salvo poi non aggiungere ulteriori spiegazioni in merito a queste perplessità.

Al CdT, rispetto alla decisione della popolazione di optare sui due estremi scegliendo Marco Chiesa e Marina Carobbio, Caprara ha detto: «I ticinesi hanno fatto una scelta, che poi questa scelta porti dove i ticinesi si augurano... ho qualche dubbio in proposito. La candidatura di Merlini solo agli Stati è comunque stata coraggiosa e coerente, meno comoda di quella degli altri e ringraziamo comunque del sostegno ricevuto, anche se non è bastato».

«Faccio i complimenti a Chiesa e Carobbio per un’elezione molto brillante l’uno e sul filo di lana l’altra. Mi auguro possa essere possibile lavorare comunque sulla concordanza malgrado il molto ostruzionismo che c’è e che, non lo nego, mi preoccupa».

«Noi continueremo a fare il nostro - aggiunge ancora Caprara - abbiamo due consiglieri nazionali validi che continueranno a lavorare per il bene del cantone e il partito farà lo stesso».

Innegabile tuttavia che quella di oggi rimane una giornata più negativa che storica. «Sapevamo ci sarebbero stati dei rischi, non potremo mai sapere cosa sarebbe successo se non ce li fossimo presi», continua il presidente cantonale.

«Due che la pensano in maniera opposta su tutto»

Nel quartier generale PLR di Camorino, Caprara ha poi commentato i risultati insieme agli altri esponenti di spicco del partito. Per lo sconfitto Giovanni Merlini ora serve «rimanere uniti, mettersi insieme, esaminare la situazione e prendere decisioni solo a mente fredda». Il neoeletto in Consiglio nazionale Alex Farinelli da parte sua commenta: «La scelta di mandare insieme (alla Camera dei Cantoni, ndr) due persone che la pensano in maniera opposta su tutti i temi è paradossale, non ce n’è un tema importante su cui sono d’accordo. È una scelta che fa capire che c’è del malcontento».

«C’è rabbia, c’è frustrazione - continua ancora Merlini -, e questo va certamente rispettato. Però poi bisogna costruirci sopra qualcosa di ragionevole altrimenti non si va avanti».

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1