Sindacato

«Clima di lavoro nello Stato, così non va»

La VPOD critica il «malsano clima di paura» che ci sarebbe tra i dipendenti dell’Amministrazione

«Clima di lavoro nello Stato, così non va»
Archivio CdT

«Clima di lavoro nello Stato, così non va»

Archivio CdT

«Anche all’interno dell’Amministrazione pubblica il Sindacato VPOD Ticino viene a conoscenza di problemi nascosti da un malsano clima di paura tra i dipendenti. Problemi che non emergono tempestivamente, perché manca la sponda dell’attenzione dei Servizi delle risorse umane e dei vertici politici». È quanto sostiene il sindacato in un comunicato. In particolare, la VPOD fa riferimento all’indagine delle Risorse umane del Canton Ticino del 2014 che rilevava «la presenza di un 8,4% di partecipanti insoddisfatti in merito alle relazioni con i colleghi e di ben il 14,6% insoddisfatti delle relazioni con il superiore. Addirittura il 29,6% dei partecipanti ritiene insoddisfacente il modo in cui si affrontano i conflitti di lavoro nel proprio gruppo: la percentuale raggiunge il 34% tra le donne. Non sappiamo poi cosa pensi realmente il 52% di impiegati dello Stato che non ha partecipato al sondaggio del 2014: in che misura non lo hanno fatto per paura o sfiducia?». Dal 2018 il Cantone ha inoltre introdotto un sistema di valutazione degli impiegati: «Chiaramente in un simile contesto con criticità importanti nel clima di lavoro si rischia di riportare nelle valutazioni obiettivi arbitrari e comportamenti discriminatori», sostiene la VPOD che rileva come «ci sono stati segnalati casi di impiegati che dicono di aver dovuto firmare obiettivi irrealistici o determinati da eventi esterni, come pure situazioni di disagio per la disparità di trattamento tra colleghi nelle valutazioni». In quest’ottica, la VPOD «deplora la mancanza di volontà dello Stato di far emergere le situazioni problematiche di lavoro nell’Amministrazione cantonale: purtroppo manca la volontà di fare trasparenza e di creare strumenti adeguati di controllo».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1