Eleggibilità e diritto di voto a 16 anni, l’MPS torna alla carica

Iniziativa

I firmatari dell’iniziativa parlamentare propongono la modifica di alcuni articoli della Legge sull’esercizio dei diritti politici, in quanto «la gioventù negli ultimi anni è stata una delle protagoniste principali dell’attualità politica e sociale»

Eleggibilità e diritto di voto a 16 anni, l’MPS torna alla carica
©CdT/Archivio

Eleggibilità e diritto di voto a 16 anni, l’MPS torna alla carica

©CdT/Archivio

«Le grandi manifestazioni ambientali e quelle contro le discriminazioni di genere hanno visto scendere per le strade in modo preponderante giovani e giovanissimi/e. La loro presenza, la loro partecipazione attiva e il loro coinvolgimento ha messo in luce una grande prova di maturità civile e civica». Queste le giustificazioni principali della volontà dell’MPS di modificare alcuni articoli della Legge sull’esercizio dei diritti politici (LEDP) abbassando il diritto di voto e di eleggibilità a 16 anni.

La rivendicazione del diritto di voto e di eleggibilità da parte del movimento non è cosa nuova. Infatti, come indicano i firmatari nell’iniziativa parlamentare, «avevamo avanzato tale proposta già nel nostro programma per le elezioni cantonali del 2007 e poi in tutte le consultazioni successive. Anche in occasione dell’ultima revisione della legge sui diritti politici avevamo presentato un emendamento chiedente l’abbassamento del diritto di voto e di eleggibilità a 16 anni».

«Questa grande partecipazione ha visto protagonisti, molto spesso, le più giovani generazioni – proseguono i firmatari - basti pensare, per restare alle nostre latitudini, la grande partecipazione degli studenti delle scuole medie superiori. Oppure, ancora al fatto che una sedicenne sia diventata il punto di riferimento mondiale per milioni di giovani in lotta contro il riscaldamento globale».

Per l’MPS, queste generazioni impegnate ed «orientate» nell’azione politica diretta, devono «avere il diritto di pronunciarsi anche attraverso la partecipazione elettorale».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1