Elezioni e liste, scatta il conto alla rovescia

Le proposte di candidatura e il casellario giudiziale andranno presentati entro il 28 gennaio

Elezioni e liste, scatta il conto alla rovescia

Elezioni e liste, scatta il conto alla rovescia

BELLINZONA - La campagna è già entrata nel vivo, ma sul fronte amministrativo la macchina organizzativa in vista delle elezioni cantonali del 7 aprile si è appena messa in moto. Sull'ultimo Foglio ufficiale sono stati fissati i termini utili a partiti e candidati per la presentazione delle liste. E rispetto al rinnovo dei poteri cantonali del 2015 – quando Bellinzona aveva fornito indicazioni a inizio gennaio – per questa tornata il tutto è stato messo nero su bianco con diversi mesi d'anticipo. La data da segnarsi è quella del 28 gennaio 2019. Entro le 18 di quel giorno le proposte di candidature dovranno essere depositate a mano, e in versione originale, alla Cancelleria dello Stato.

Nel dettaglio le diverse forze politiche intenzionate a correre per il Consiglio di Stato e il Gran Consiglio dovranno presentare diversi documenti e rispettare precisi criteri. In primis le proposte di candidature dovranno essere firmate da almeno 50 proponenti (saranno verificati i primi 60). Le stesse proposte dovranno inoltre essere firmate dai candidati quale dichiarazione di accettazione.

Dopodiché si aprirà una finestra di una settimana: entro il 31 gennaio ciascun candidato avrà la possibilità di farsi da parte, mentre il 4 febbraio le liste e i loro componenti saranno ufficializzati. Il 28 gennaio sarà però anche il termine di scadenza per la presentazione dell'estratto del casellario giudiziale originale di ogni singolo candidato. E per essere considerato valido, il documento in questione dovrà essere stato rilasciato dopo il 7 ottobre scorso.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
    pandemia

    Il Cantone tende una mano a chi è sprovvisto di terrazza

    I bar e i ristoranti che non hanno potuto beneficiare dell’apertura esterna avranno diritto a un sostegno supplementare - Lo ha deciso il Consiglio di Stato approvando una richiesta di GastroTicino - Suter: «L’allentamento del 19 aprile è stato discriminatorio»

  • 2
  • 3
  • 4
    Gran Consiglio

    La Giustizia e diritti scrive di nuovo a Rouiller

    La Commissione ha trasmesso all’ex presidente del Tribunale federale una serie di «quesiti tecnico giuridici» riguardo all’elezione dei procuratori e i relativi preavvisi del Consiglio della magistratura, nonché sull’organizzazione interna del Ministero pubblico

  • 5
    il caso

    Cassa pensioni del Cantone «Preoccupazioni legittime

    La politica prende posizione dopo la lettera inviata dall’organo di vigilanza all’IPCT – Sabrina Aldi: «l dubbi restano» Ivo Durisch: «Lo Stato deve fare la sua parte» – Sergio Morisoli: «Intervenire con un primo pacchetto da 200 milioni è assurdo»

  • 1