La mozione

I Verdi chiedono lo stato d’emergenza climatica in Ticino

Il partito ecologista chiede che «anche il nostro cantone si approcci al problema con lungimiranza e tempestività»

I Verdi chiedono lo stato d’emergenza climatica in Ticino
La manifestazione per il clima in Piazza Riforma dello scorso 15 marzo (FOTO REGUZZI)

I Verdi chiedono lo stato d’emergenza climatica in Ticino

La manifestazione per il clima in Piazza Riforma dello scorso 15 marzo (FOTO REGUZZI)

BELLINZONA - Il gruppo dei Verdi del Ticino ed alcuni esponenti di altri movimenti e partiti hanno inoltrato oggi una mozione al Consiglio di Stato per chiedere lo stato di emergenza climatica anche in Ticino. Nella nota inviata stamane i Verdi del Ticino chiedono «nello specifico che anche il nostro cantone si approcci al problema con lungimiranza e tempestività sottoponendo ogni decisione presa in parlamento e in governo a criteri di sostenibilità ecologica minimizzando finalmente il anche nostro impatto sull’ambiente».

«Le conseguenze di questo fenomeno di comprovata origine antropogenica - si legge nel comunicato - si cominciano a vivere intensamente anche alle nostre latitudini». Secondo il partito ecologista «una zona privilegiata come la nostra deve, non solo contribuire ad arginare il fenomeno dei cambiamenti climatici, ma anche valutare con tempestività le conseguenze per poter cominciare ad elaborare soluzioni che non ci facciano cogliere impreparati».

Ecco qui di seguito le misure chieste nella mozione:

- dichiarare lo stato di emergenza climatica, riconoscendo la mitigazione del riscaldamento climatico e delle sue gravi conseguenze come un compito di massima priorità e varare un piano d’azione conseguente

- tenuto conto che il Ticino sarà interessato in misura superiore alla media dal riscaldamento globale, varare anche un piano d’azione di misure per l’adattamento al clima ancora più incisivo degli sforzi già intrapresi, apprezzabili ma non sufficienti

- fare in modo che nelle loro decisioni tutte le istituzioni cantonali tengano conto dell’impatto sul clima e della sostenibilità ambientale, sociale ed economica e, ove possibile, si dia la priorità alle soluzioni più compatibili con la riduzione delle emissioni di gas serra e in grado di minimizzare l’impatto sull’ambiente.

- In base agli studi scientifici e le raccomandazioni dell’IPCC e degli organi di ricerca nazionali, come Meteo Svizzera e i politecnici federali, varare misure efficaci per ridurre le emissioni di gas serra.

- fornire regolarmente alla popolazione del Canton Ticino informazioni aggiornate e complete sul cambiamento climatico, le sue cause e i suoi effetti e sull’efficacia o meno delle misure adottate per contrastare il fenomeno.

- stilare un vademecum all’attenzione dei comuni e dei cittadini sulle misure da implementare a livello locale e personale per limitare il riscaldamento climatico

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1