Il Consiglio cantonale dei giovani cambia segretariato

BELLINZONA - Ufficializzato il cambio di segretariato per il Consiglio cantonale dei giovani: la Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani sarà il nuovo ente chiamato a garantire la gestione e l'organizzazione per il triennio 2019-2021. Il passaggio di consegne sarà accompagnato anche da alcuni cambiamenti circa l'organizzazione dei lavori: la campagna promozionale si svolgerà infatti secondo il modello di engage.ch, la sessione si articolerà su tre giornate anziché quattro e si punterà ad aumentare la presenza sui social media. A ricoprire la funzione di segretaria del Consiglio Cantonale dei Giovani sarà Lara Tarantolo, coordinatrice regionale del programma easyvote.

Con il passaggio di consegne da un ente all'altro, il Comitato del Consiglio cantonale dei giovani saluta e ringrazia Luca Nocelli, dell'Associazione Comunità Familiare, per l'apprezzato lavoro svolto in qualità di segretario dal 2016 sino ad oggi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
    Sessione parlamentare

    Rimborsi spese, passa lo status quo

    Dopo la fumata nera di dicembre, il Gran Consiglio boccia sia il rapporto di maggioranza, sia gli emendamenti proposti dal PPD

  • 2
  • 3
    Verso il 7 aprile

    Giovane e in rosa, ecco la lista del PS

    Per la corsa al Gran Consiglio i socialisti presentano una squadra con il 50% di donne e il 30% di giovani - Ma non sono mancate le discussioni

  • 4
    Elezioni cantonali

    Lega in festa, con il PLR tra i pensieri

    In oltre 500 a Pregassona per la presentazione delle liste al Governo e al Gran Consiglio - Lo spauracchio liberale radicale, l’alleanza con l’UDC e il ritorno di Attilio Bignasca - GUARDA LE FOTO E I VIDEO

  • 5
    Verso le elezioni cantonali

    Per i Verdi «questa è l’ora»

    L’assemblea dei Verdi del Ticino ha approvato la lista dei candidati al Consiglio di Stato, chiesto ancora qualche giorno per quella del Parlamento - Non sono mancati gli accenni allo sciopero del clima e qualche frecciatina a Franco Denti