Il nuovo Patriziato di Arogno e Bissone può nascere

I cittadini chiamati ad esprimersi in votazione consultiva lo scorso 9 settembre avevano confermato all'unanimità la volontà di aggregarsi

Il nuovo Patriziato di Arogno e Bissone può nascere

Il nuovo Patriziato di Arogno e Bissone può nascere

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha decretato l'aggregazione dei Patriziati di Arogno e Bissone. I cittadini patrizi, chiamati ad esprimersi in votazione consultiva lo scorso 9 settembre, hanno confermato all'unanimità la volontà di aggregarsi. Preso atto di questo responso, il Consiglio di Stato ha quindi decretato formalmente la nascita del nuovo Patriziato di Arogno e Bissone. Grazie all'unione delle loro forze, i cittadini patrizi dei due Enti aggregati potranno continuare a salvaguardare e promuovere i propri beni a beneficio della collettività. Il Governo, che tramite il Dipartimento delle istituzioni ha accompagnato e sostenuto passo dopo passo la procedura di aggregazione, esprime piena soddisfazione per l'esito finale positivo. Questa aggregazione si inserisce, infatti, nella strategia cantonale di promozione e valorizzazione dei Patriziati quali Enti locali fondamentali e sussidiari nei confronti dei Comuni. L'elezione dell'Ufficio patriziale, che determinerà formalmente la nascita del nuovo Patriziato di Arogno e Bissone, è prevista a inizio 2019.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
    Argo 1

    La CPI consegna il rapporto al Consiglio di Stato

    In una nota la Commissione parlamentare d’inchiesta spiega che è sua intenzione «proporre all’Ufficio presidenziale la discussione del rapporto durante la tornata parlamentare del 18 febbraio»

  • 2
    Strade

    Lo sconto aspettando il nuovo sistema

    Imposta di circolazione più leggera del 5% per i proprietari di un’automobile immatricolata dopo il 2009 - Ecco quanto si pagherà nel 2020 con la formula rivista – Ad incidere saranno le emissioni e il peso del veicolo

  • 3
    Ticino

    Bocciato? Tutta colpa del telefonino

    Secondo uno studio più tempo i giovani trascorrono online peggiori sono i loro voti - Facebook? È ormai «da vecchi» e la presenza dei genitori è un motivo per non iscriversi

  • 4
  • 5