Comitato cantonale

Il PLR chiude la porta

Il 1. agosto l’ipotesi di una congiunzione con il PPD verrà discussa solo alla presenza dei «delegati del partito»

Il PLR chiude la porta
«Qui non si entra» sembra dire il presidente del PLR Bixio Caprara. (Foto Zocchetti)

Il PLR chiude la porta

«Qui non si entra» sembra dire il presidente del PLR Bixio Caprara. (Foto Zocchetti)

Le discussioni tra il PLR e il PPD proseguono nel più stretto riservo e non trapela alcuna informazione sullo stato delle trattative al vertice in vista di una possibile congiunzione delle liste per la corsa al Consiglio nazionale. La sola certezza era che i liberali radicali avrebbero deciso il prossimo 1. agosto nel corso di un Comitato cantonale straordinario convocato a Melide. Ma ora c’è un’altra certezza: quella riunione si terrà a porte chiuse, o meglio, «Accesso riservato» dalle 9 come si legge sull’ultima edizione di Opinione liberale. L’accesso non sarà consentito ai rappresentanti dei media (una conferenza stampa verrà agendata in mattinata). Ma (forse) neppure semplici simpatizzanti potranno essere presenti. Per la storica decisione del partito del presidente Bixio Caprara (comunque finisca il conteggio dei voti) è già stato chiesto lo scrutinio segreto.

Una procedura destinata a fare discutere tra la base dei liberali radicali. Il parlamentino precederà la festa del 1. agosto denominata «Festa per le famiglie» che prenderà il via alle 10 in Piazza D. Fontana a Melide.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1