La base PLR conferma i vicepresidenti Gianora, Martinenghi, Meier e Nacaroglu

politica

Il primo appuntamento del 2021 del Comitato cantonale ha rappresentato anche l’esordio, alla guida del partito, per il presidente Alessandro Speziali

La base PLR conferma i vicepresidenti Gianora, Martinenghi, Meier e Nacaroglu
Il presidente del PLRT AlessandroSpeziali / © PLRT

La base PLR conferma i vicepresidenti Gianora, Martinenghi, Meier e Nacaroglu

Il presidente del PLRT AlessandroSpeziali / © PLRT

Il primo appuntamento virtuale del Comitato cantonale PLR nel 2021 ha segnato l’esordio del presidente Alessandro Speziali alla guida del partito. Oltre 140 delegati si sono dati appuntamento sulla piattaforma Zoom per ratificare le nomine dei quattro nuovi vicepresidenti e per rinnovare e rilanciare la Direttiva e i rappresentanti ticinesi all’Assemblea dei delegati del partito nazionale.

Nel suo primo intervento politico davanti al Comitato cantonale, il presidente Alessandro Speziali ha toccato anche qualche tema di stretta attualità, come l’approccio del PLRT di fronte all’emergenza COVID-19. «Sono convinto che avremmo compiuto un grosso errore ideologico a cedere – in questa nuova ondata – al mantra del chiudi, confina, sussidia, tassa. Richiamare la politica ad assumere le redini della definizione degli interessi da tutelare rientra nei nostri compiti. Non si tratta di chinarsi dinanzi al Dio denaro, come vorrebbero far credere alcuni carillon moralisti suonati ripetitivamente da alcune forze politiche. Significa riconoscere la centralità dell’individuo che si declina su più livelli e la cui integrità è complessa e dipende da molti aspetti che meritano una voce».

Il Comitato cantonale ha quindi ratificato le nomine dei quattro nuovi vicepresidenti del PLRT: Omar Gianora, Emilio Martinenghi, Sonia Meier e Rupen Nacaroglu, descritti da Speziali come “persone profondamente legate alla politica, senza però curarsi degli aspetti partitocratici. Le opinioni si concentrano sulla polpa delle cose, senza l’intermediazione di mille soppesamenti che spesso ci appesantiscono. Ho cercato di costruire una squadra nella quale chiunque possa in qualche modo identificarsi».

La mattinata di lavori del Comitato si è poi concentrata su altre due nomine: quella dei membri della Direttiva cantonale e quella dei rappresentanti PLRT all’Assemblea dei delegati del partito nazionale. La Direttiva è stata rinnovata e ringiovanita nei suoi membri, con l’obiettivo di rilanciarne l’attività con il coinvolgimento di personalità vicine alla vita sociale, economica e culturale del Cantone. Lo scopo sostenuto da Speziali è quello di «costruire un laboratorio di idee, in cui prevalgano il dibattito e il confronto sui maggiori temi che caratterizzano il presente e il futuro». Il seme delle discussioni servirà poi a coinvolgere l’intero partito e i cittadini ticinesi.

Per quanto riguarda i rappresentanti all’assemblea dei delegati del PLR svizzero, il rinnovo dei nominativi parte dalla necessità di una concreta presenza della voce ticinese sui temi caldi della politica federale, dando sostanza a una visione federalista del Paese, attenta soprattutto alle realtà di frontiera e all’eterogeneità del territorio.

Il Comitato cantonale PLR tornerà a riunirsi in forma virtuale il prossimo 4 febbraio per discutere sui temi in votazione federale il 7 marzo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1

    Il PPD annuncia battaglia: «Non possiamo più tacere»

    politica

    Giustizia, casse malati e finanze pubbliche al centro del comitato cantonale, per la prima volta online - Il presidente: «Ci sono situazioni che vanno affrontate» - Triplice sì in vista della votazione popolare del 7 marzo

  • 2
  • 3

    88 Comuni verso il rinnovo dei poteri

    verso il 18 aprile

    Elezioni tacite del Municipio in 4 località e del Consiglio comunale in 3 - Nella Val Mara le elezioni averranno in forma differita

  • 4

    «Berna dia un contributo agli ospedali in difficoltà»

    Politica

    Approvata dal Gran Consiglio l’iniziativa cantonale che chiede un intervento adeguato da parte della Confederazione - Berna è chiamata a sostenere le strutture sanitarie che hanno registrato perdite a seguito della pandemia e delle misure prese per contenerla

  • 5
  • 1
  • 1