La discussione politica in Parlamento si preannuncia accesa

le reazioni

Sabrina Aldi: «Non senza ceto medio e single» – Ivo Durisch: «Completamente fuori luogo» – Sergio Morisoli: «Simile a una nostra iniziativa del 2018»

La discussione politica in Parlamento si preannuncia accesa
© CdT/Gabriele Putzu

La discussione politica in Parlamento si preannuncia accesa

© CdT/Gabriele Putzu

L’ultima parola sulla proposta del PLR spetterà al Gran Consiglio. Sarà dunque imperativo tessere le necessarie alleanze (ossia portare dalla propria parte almeno altri due gruppi parlamentari) per poter concretizzare questa riforma. In conferenza stampa, il PLR ha strizzato l’occhio al centro e alla destra. Lega, UDC e parte del PPD potrebbero sostenere l’iniziativa, ma è probabile che su piatto ci saranno alcune controproposte. E, soprattutto dalle forze della sinistra, critiche per una riforma a beneficio dei più abbienti. «Dovremo discuterne all’interno del gruppo ma sin d’ora posso dire che una simile proposta potrà essere discussa unicamente se abbinata a sgravi per il ceto medio e per i single», afferma la vice capogruppo della Lega Sabrina Aldi. «In un momento in cui gli effetti della...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 2
  • 3

    Le direttive del pg verranno pubblicate

    giustizia

    In futuro, documenti quali istruzioni, regolamenti di servizio e circolari saranno resi accessibili «ponderando gli interessi pubblici e privati» e in base alla competenza discrezionale del Ministero pubblico – Una richiesta in tal senso era stata avanzata in una mozione del PLR

  • 4

    Gobbi: «Avremmo voluto di più»

    la reazione

    Il consigliere di Stato ticinese commenta la decisione di Berna di non estendere l’obbligo del test negativo per chi si muove a cavallo della frontiera

  • 5

    Salario minimo, vertice al DFE con i sindacati

    Il caso

    Una rappresentanza di UNIA e OCST ha incontrato la direzione del Dipartimento: sul tavolo la proposta di creare un fronte unito che coinvolga le parti sociali e che dia una chiara prospettiva sull’applicazione del salario minimo - Christian Vitta: «Si dovrà monitorare che non vi siano derive»

  • 1
  • 1