La formula vincente di Espoprofessioni

Per la presidente del comitato organizzativo Rita Beltrami "è stato un successo, oltre trentamila i partecipanti"

La formula vincente di Espoprofessioni

La formula vincente di Espoprofessioni

LUGANO - Oltre trentamila partecipanti: è questo il bilancio dell'affluenza a Espoprofessioni, anticipato al CdT dalla presidente del comitato organizzativo e direttrice dell'Ufficio dell'orientamento scolastico e professionale Rita Beltrami. «Quest'anno la partecipazione sembra essere stata maggiore rispetto alla scorsa edizione forse anche grazie all'orario d'apertura prolungato al sabato sera, fino alle 22. È stata veramente un'edizione di successo», ha proseguito soddisfatta Beltrami. A palazzo dei Congressi di Lugano dal 7 al 12 marzo i giovani hanno anche potuto frequentare numerosi eventi collaterali organizzati in seno alla fiera: «Al di là degli stand, gli appuntamenti face to face tra i giovani alla ricerca di un posto di apprendistato e le aziende presenti, circa cinquanta, sono stati più di 500. Le presentazioni che abbiamo organizzato in Arena hanno registrato da 10 a 40 partecipanti». Più difficile il bilancio dello stand più visitato, ma per la direttrice hanno avuto successo quelli che «sono andati oltre al cartello. La formula vincente è stata la scelta di chi ha dato spazio ai giovani, che hanno così interagito con i ragazzi raccontando la loro esperienza».

Quando si tratta di scegliere l'apprendistato, si sa, le differenze di genere sono ancora importanti. I ragazzi prediligono i mestieri artigianali e tecnici mentre le ragazze sono attratte dai settori sociosanitario e artistico. «La differenza di genere resta forte, stiamo lavorando molto anche attraverso testimonianze affinché i giovani compiano scelte diverse o controcorrente. Dobbiamo uscire da questa prigione».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1