Laghi ticinesi sorvegliati speciali

Nel fine settimana i livelli sono scesi lentamente e sono rimasti al di sotto del grado di pericolo 2 - Ma torneranno a salire

Laghi ticinesi sorvegliati speciali
Il Lago Maggiore, lo scorso venerdì, a Tenero

Laghi ticinesi sorvegliati speciali

Il Lago Maggiore, lo scorso venerdì, a Tenero

LUGANO - Le precipitazioni questo fine settimana stanno dando un po' di tregua ai laghi e ai corsi d'acqua ticinesi. Come si legge oggi nel bollettino dei pericoli naturali della Confederazione, nel fine settimana, i livelli dei fiumi e dei laghi in Ticino sono scesi lentamente e sono rimasti ben al di sotto del grado di pericolo 2. 

Attualmente, però, il Lago Maggiore è tornato a crescere e si trova nella fascia di pericolo 2, mentre il lago di Lugano 13 centimetri al di sotto di questa soglia. Il livello della Tresa, l'emissario del lago di Lugano, è leggermente calato e si situa al di sotto del grado di pericolo 2.

Le previsioniMalgrado ciò, secondo le previsioni del bollettino i livelli del Maggiore e del Ceresio saliranno nuovamente. Il Lago Maggiore, come detto, ha raggiunto il grado di pericolo 2 nel corso di oggi, mentre il lago di Lugano potrebbe sfiorarlo mercoledì. Anche la portata della Tresa rimarrà nei prossimi giorni nella fascia di pericolo 2. Di conseguenza, l'allerta per il grado di pericolo 2 viene prolungata per entrambi i laghi e la Tresa.

I fiumi Maggia e Ticino come pure i piccoli corsi d'acqua in Ticino reagiranno alle precipitazioni previste per i prossimi giorni. Dovrebbero tuttavia rimanere al di sotto del grado di pericolo 2.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1