Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

Lo ha deciso questa sera a Bellinzona la Direttiva del partito - Bacchetta-Cattori annuncia battaglia

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque
Il presidente del PPD Fiorenzo Dadò.

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

Il presidente del PPD Fiorenzo Dadò.

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

Lista PPD, confermata la rosa dei cinque

BELLINZONA – Paolo Beltraminelli, Raffaele De Rosa, Elia Frapolli, Michele Rossi e Alessandra Zumthor. È questa la rosa dei candidati al Consiglio di Stato del PPD. Lo ha deciso questa sera dopo un paio ore di discussione la Direttiva del PPD riunita all'Hotel Internazionale di Bellinzona.

Dopo settimane di speculazioni, malumori e colpi di scena, sono questi i cinque nomi di coloro che verranno sottoposti per l'approvazione finale al Comitato cantonale del 21 novembre. È stato dunque confermato il quintetto proposto dalla Commissione cerca. Maurizio Agustoni ha deciso di rinunciare, mentre Fabio Bacchetta-Cattori non molla e sottoporrà il suo nome al Parlamentino.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 2
    Elezioni cantonali

    Franco Denti passa all’UDC

    Il presidente dell’Ordine dei medici figurerà sulla lista democentrista per la corsa al Gran Consiglio

  • 3
    Lavoro

    Salari, negozi e donne: le battaglie di UNIA

    Il sindacato pianifica le azioni per il 2019 tra legge sui negozi e salario minimo - Enrico Borelli: «La soglia proposta dal Governo è inaccettabile, questo è dumping di Stato»

  • 4
    Edilizia

    Arriva la sentinella dei cantieri

    Ge.Co è l’innovativa app che permette di coordinare i controlli dell’ispettorato e migliorare lo scambio di informazioni tra gli addetti ai lavori

  • 5
    Argo 1

    La CPI consegna il rapporto al Consiglio di Stato

    In una nota la Commissione parlamentare d’inchiesta spiega che è sua intenzione «proporre all’Ufficio presidenziale la discussione del rapporto durante la tornata parlamentare del 18 febbraio»