Oltreconfine i trasporti si fermano per lo sciopero

Il servizio in Ticino è garantito ma le corse verso l'Italia subiranno limitazioni - I treni per Malpensa saranno sostituiti con bus

Oltreconfine i trasporti si fermano per lo sciopero

Oltreconfine i trasporti si fermano per lo sciopero

LUGANO - Sciopero dei trasporti oltreconfine da questa sera alle 21 fino a domani alla stessa ora. A causa dello sciopero programmato, sono previste una serie di limitazioni dei servizi TiLo in territorio italiano. I servizi TiLo in territorio svizzero non sono invece coinvolti.

In particolare verranno limitate in Italia le linee TiLo RE10, S10, S30, S40 e S50 dalle 21 oggi alle 20.59 di venerdì. Le fasce orarie di garanzia non saranno coinvolte dallo sciopero. Giovedì 25 viaggeranno i treni previsti da orario ufficiale in partenza entro le 21 e in arrivo a destinazione finale entro le 22. Mentre venerdì 26 viaggeranno i treni previsti da orario ufficiale in partenza dopo le ore 6 e con arrivo a destinazione finale entro le 9, come anche i treni in partenza dopo le 18 fino alla fine dello sciopero.

I servizi TiLo da e per Malpensa Aeroporto verranno sostituiti con bus tra Stabio e Malpensa Aeroporto (senza fermate intermedie). Stando a una nota delle FFS, le diverse modalità in termini di durata, adesione, rete e personale coinvolto nello sciopero fanno sì che l'elenco dei servizi minimi garantiti possa subire modifiche. Pertanto, in occasione degli scioperi che interessano le fasce orarie di garanzia, si invitano i viaggiatori a verificare eventuali aggiornamenti alla lista dei treni garantiti disponibile sul sito www.trenord.it.

Essendo ipotizzabili ripercussioni fino a conclusione dell'evento, si invitano i viaggiatori a prestare attenzione agli annunci nelle stazioni e sui treni, come anche alle informazioni sui monitor delle stazioni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
    finanze pubbliche

    Il PLR stigmatizza «l’assalto alla diligenza»

    Per i liberali radicali, «se negli ultimi anni si fosse evitato l’assalto alla diligenza lanciato appena i bilanci pubblici volgevano al positivo, ci ritroveremmo in una situazione certamente migliore di quella presentata in questi giorni»

  • 2
    il caso

    Magistratura, il Governo vuole essere coinvolto

    Il Consiglio di Stato ha scritto all’Ufficio presidenziale del Gran Consiglio auspicando un ruolo più attivo – Lo scritto è stato trasmesso alla Commissione giustizia e diritti, che lunedì incontrerà il giudice Werner Walser

  • 3
  • 4
    gran consiglio

    I nuovi tormentoni politici tra Procura e circolazione

    Archiviati il credito da 461 milioni per il trasporto pubblico, la riforma fiscale e quella sociale nei prossimi mesi il Parlamento si concentrerà su altri temi scottanti – Ecco quali saranno i principali dossier sui quali stanno lavorando le commissioni Gestione e finanze, Giustizia e diritti e Costituzione e leggi

  • 5
  • 1