«Preoccupa la politica dell’impulso e la progressiva perdita della libertà»

L’intervista

A colloquio con Bixio Caprara che si appresta a lasciare la presidenza del PLR - In corsa ci sono Natalia Ferrara, Emilio Martinenghi e Alessandro Speziali

«Preoccupa la politica dell’impulso e la progressiva perdita della libertà»
Per Bixio Caprara sarà un saluto al partito rigorosamente via streaming. ©CDT/Archivio

«Preoccupa la politica dell’impulso e la progressiva perdita della libertà»

Per Bixio Caprara sarà un saluto al partito rigorosamente via streaming. ©CDT/Archivio

Bixio Caprara, per sua scelta è giunto al capolinea. Ma quanto ha pesato la poco brillante performance del PLR alle elezioni federali di un anno fa?«È ovvio che il PLR non può essere soddisfatto del risultato alle elezioni federali dello scorso anno. Sapevamo che la sfida era molto impegnativa in un contesto fortemente polarizzato con due agguerrite coalizioni a destra e a sinistra. Ma chi assume la presidenza di un partito deve essere consapevole che in politica ogni tanto si vince e molte volte si impara. La mia decisione di non mettermi a disposizione per un secondo quadriennio è dovuta ad altri motivi, in particolare professionali, che mi impediscono di poter garantire per ulteriori quattro anni la conduzione del partito con la stessa dedizione assicurata finora».

In quella domenica si era...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1