Referendum fiscale, il tempo è scaduto

firme

Alla Cancelleria dello Stato sono state consegnate 6.300 sottoscrizioni - Il presidente del PS Igor Righini spera in quelle raccolte in zona Cesarini

Referendum fiscale, il tempo è scaduto
© CdT/Gabriele Putzu

Referendum fiscale, il tempo è scaduto

© CdT/Gabriele Putzu

Firma più, firma meno, sono 6.300 quelle consegnate dal fronte rossoverde alla Cancelleria dello Stato, un numero ben lontano dalle 7.000 necessarie alla riuscita del referendum cantonale contro la riforma fiscale. Le speranze sono dunque riposte nelle ultime firme raccolte in zona Cesarini, ovvero quelle che sono giunte autonomamente alle varie Cancellerie comunali, che hanno ora cinque giorni di tempo per inoltrarle alla Cancelleria dello Stato, cui toccherà verificarne la validità.

Entro le prossime due settimane si saprà se l’obiettivo di portare il popolo alle urne è stato centrato o meno, ma l’impressione è che serva un vero e proprio miracolo, lo stesso che ha consentito al referendum cantonale contro il finanziamento pubblico all’aeroporto di Lugano di spiccare il volo con più di 8.372...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1