Riforma fiscale cantonale, se ne parla a Radar

teleticino

Il referendum lanciato da socialisti, verdi e altre formazioni di sinistra sarà uno dei temi in discussione nella trasmissione condotta da Alfonso Tour, in onda questa sera alle 20.30

Riforma fiscale cantonale, se ne parla a Radar

Riforma fiscale cantonale, se ne parla a Radar

«Riforma fiscale cantonale, sarà referendum» è questo il titolo del dibattito di RADAR che andrà in onda oggi, 27 novembre, alle ore 20.30 su TeleTicino. Il Gran Consiglio ha infatti approvato all'inizio del mese corrente le proposte del Governo che fanno seguito alla riforma federale approvata dal popolo nel mese di maggio e che prevede, tra l'altro, l'abolizione della tassazione privilegiata per le società a statuto speciale, come richiesto dall'OCSE e dall'Unione europea.

Il Consiglio di Stato intende procedere a tappe riducendo l'aliquota delle persone giuridiche dal 9 all'8% a partire dall'anno prossimo e al 5,5% a partire dal 2025 e di ridurre il coefficiente dell'imposta cantonale per le persone fisiche al 98% dall'anno prossimo e al 96% dal 2024. Il pacchetto approvato dal Governo è prevista anche la riforma della scuola e quella della sanità e della socialità. Contro questa riforma socialisti, verdi e le altre formazioni di sinistra hanno deciso di lanciare un referendum, poiché contrarie in particolare alla riduzione dell'imposta sulle aziende e sul taglio del moltiplicatore cantonale. E come sempre, quando si parla di fiscalità, le questioni che dividono la sinistra dagli altri partiti sono molti e su essi si concentrerà la discussione cui parteciperanno Christian Vitta, Consigliere di Stato e capo del DFE, Ivo Durisch, deputato e capogruppo PS, Michele Foletti, presidente commissione gestione, Samantha Bourgoin, deputata de I Verdi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1