Riget e Sirica alla testa del PS

Politica

I due giovani sono stati eletti a larga maggioranza dal Congresso del partito socialista - FOTO E VIDEO

Riget e Sirica alla testa del PS
Laura Riget e Fabrizio Sirica gioiscono dopo essere stati eletti alla guida del PS. © CdT/Gabriele Putzu

Riget e Sirica alla testa del PS

Laura Riget e Fabrizio Sirica gioiscono dopo essere stati eletti alla guida del PS. © CdT/Gabriele Putzu

Riget e Sirica alla testa del PS

Riget e Sirica alla testa del PS

Riget e Sirica alla testa del PS

Riget e Sirica alla testa del PS

Riget e Sirica alla testa del PS
Laura Riget e Fabrizio Sirica durante il discorso al Congresso. © CdT/Gabriele Putzu

Riget e Sirica alla testa del PS

Laura Riget e Fabrizio Sirica durante il discorso al Congresso. © CdT/Gabriele Putzu

Riget e Sirica alla testa del PS
Laura Riget e Fabrizio Sirica durante il discorso al Congresso. © CdT/Gabriele Putzu

Riget e Sirica alla testa del PS

Laura Riget e Fabrizio Sirica durante il discorso al Congresso. © CdT/Gabriele Putzu

Riget e Sirica alla testa del PS

Riget e Sirica alla testa del PS

Riget e Sirica alla testa del PS
Igor Righini. © CdT/Gabriele Putzu

Riget e Sirica alla testa del PS

Igor Righini. © CdT/Gabriele Putzu

Riget e Sirica alla testa del PS
Evaristo Roncelli e Simona Buri. © CdT/Gabriele Putzu

Riget e Sirica alla testa del PS

Evaristo Roncelli e Simona Buri. © CdT/Gabriele Putzu

Cinquantaquattro anni in due. È questa la giovane età (sommata) della nuova copresidenza del PS eletta questa mattina a grande maggioranza dal Congresso del partito. Con 157 voti la coppia formata da Laura Riget e Fabrizio Sirica l’ha spuntata sull’altro tandem in corsa formato da Simona Buri ed Evaristo Roncelli, che ha invece raccolto 78 voti.

Durante il loro discorso di presentazione al congresso Sirica e Riget hanno ribadito le priorità che intendono dare al partito durante la loro copresidenza. Sirica, ad esempio, ad inizio discorso ha citato quella «bella ciao» che «evoca voglia di libertà e giustizia sociale», mentre Riget ha voluto ricordare il mezzo milione di persone in piazza durante la manifestazione del 14 giugno, così come i giovani che riempiono le piazze in favore del clima. In estrema sintesi, potremmo dire che le due parole chiave utilizzate da entrambi per definire il PS del futuro siano «entusiasmo» e «indignazione». Entusiasmo per rilanciare il partito e fare «proposte coraggiose», ed indignazione per «lottare contro un sistema economico che favorisce i pochi». Due parole chiave più volte ripetute durante il discorso e che, per dirla con Riget, porterà il partito a fare «un’opposizione costruttiva, aperta ai compromessi, ma non a tutti i costi».

Molto emozionati, Riget e Sirica sono saliti sul palco dopo la lettura del risultato della votazione. «Grazie mille a tutti per la fiducia. E grazie a Evaristo e Simona per tutto quello che hanno fatto per il partito», ha dichiarato Laura Riget, precisando poi che lei e Fabrizio sono pronti a lavorare e affrontare le numerose sfide che li attendono, ma non possono farlo da soli: «Dobbiamo farlo con voi, e anche con Evaristo e Simona nella nostra futura direzione». Dal canto suo Sirica ha sottolineato il grande rispetto tra le due coppie candidate durante queste settimane di campagna: «Dobbiamo ripartire da qui, da questo entusiasmo. E soprattutto dalla voglia di lavorare, perché il lavoro non manca ».

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Paolo Gianinazzi
Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1