Righini esce di scena: lascia la guida del PS

Ticino

Il numero uno socialista non si ricandiderà al prossimo Congresso dopo quattro anni alla testa del partito - «Una scelta famigliare e professionale»

Righini esce di scena: lascia la guida del PS
© Ti-Press / Francesca Agosta

Righini esce di scena: lascia la guida del PS

© Ti-Press / Francesca Agosta

Igor Righini non si ricandiderà alla presidenza del Partito socialista. Lo ha annunciato lo stesso Righini pochi minuti fa alla Direzione del partito. «È una scelta famigliare e professionale - ci dice - quella della presidenza è una carica impegnativa».

Eletto dal Congresso nel gennaio 2016, Righini aveva fatto incetta di voti, prendendo il largo già al primo turno sugli sfidanti Carlo Lepori e Claudio Corti. E già allora, intervenendo davanti alla base socialista, aveva promesso che avrebbe guidato il partito per 4 anni. «Gli statuti prevedono al massimo otto anni di presidenza - rileva Righini - io ne ho fatti quattro e ho mantenuto la promessa guidando il partito fino alle federali». E forte della vittoria alle federali che in Ticino ha visto la candidata socialista Marina Carobbio entrare in Consiglio degli Stati Righini ha deciso di fare un passo a lato.

Il Congresso socialista chiamato ad eleggere il successore di Righini si riunirà a metà febbraio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Gianni Righinetti
  • 2 Viola Martinelli
Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1