Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Macerata nella prima udienza - Il processo avrà luogo l'8 aprile 2019

Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

MACERATA/LUGANO - I due addetti ticinesi alla manutenzione dell'elicottero Agusta A 109 E Power di Ermanno Sarra, precipitato l'11 novembre 2011 nel Comune marchigiano di Cingoli, di 43 e 53 anni, dovranno rispondere davanti alla Giustizia del reato di omicidio colposo e di strage aviatoria. Lo ha deciso mercoledì il gip di Macerata nel corso della prima udienza sul caso facendo propria la tesi del PM Claudio Rastrelli. In sostanza il giudice per le indagini preliminari ha deciso che le ipotesi di reato a carico dei due tecnici in forze all'aeroporto di Magadino, accusati di gravi negligenze manutentive, dovranno essere approfondite dalla corte. Già decisa anche la data del processo, che sarà tenuto a Macerata l'8 aprile 2019. Nella tragedia (VD SUGGERITI) persero la vita anche i collaboratori dell'ad del Gruppo Ars Medica, i fratelli romani Enrico Maria e Stefano Mastroddi, entrambi quarantenni, che si trovavano a bordo dell'elicottero pilotato da Sarra, proveniente da Roma e diretto a Falconara. La sorella di Ermanno Sarra, Jolanda Sarra, si è costituita parte civile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
    scintille in aula

    Botta e risposta sulle case anziani

    Approvato non senza polemiche il rendiconto 2019 del Dipartimento della sanità e della socialità - L’MPS critica le autorità sulla gestione delle strutture di riposo – Raffaele De Rosa: «Esternazioni provocatorie» - Luce verde anche ai conti del Territorio

  • 2
    parlamento

    Si tira il fiato prima del deficit

    In Gran Consiglio è entrata nel vivo la discussione sui conti del 2019 ma lo sguardo è rivolto allo tsunami in arrivo nel 2020 per le finanze del Cantone – Christian Vitta: «È dal secondo dopoguerra che non si registrano crolli così massicci della produzione»

  • 3
    parlamento

    Deputati «silenziati» in sala

    A causa di una panne tecnica risultano funzionanti solo il microfono al pulpito e quello del presidente del Gran Consiglio - problemi anche per il voto elettronico

  • 4
    il caso

    Si riapre il concorso per i procuratori

    Lo ha deciso la commissione giustizia e diritti del Gran Consiglio dopo i pareri negativi su 5 procuratori uscenti - Luca Pagani: «Opportuno farlo visto il mutamento delle circostanze rispetto a giugno»

  • 5
    L’intervista

    «Nel 2021 un deficit da 230 milioni»

    Le finanze del Cantone e le prospettive economiche - Parla il direttore del DFE Christian Vitta: «Nel 2002 il capitale proprio ammontava a 525 milioni, nel 2019 a 112 milioni»

  • 1