Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Macerata nella prima udienza - Il processo avrà luogo l'8 aprile 2019

Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

Rinviati a giudizio i due addetti alla manutenzione

MACERATA/LUGANO - I due addetti ticinesi alla manutenzione dell'elicottero Agusta A 109 E Power di Ermanno Sarra, precipitato l'11 novembre 2011 nel Comune marchigiano di Cingoli, di 43 e 53 anni, dovranno rispondere davanti alla Giustizia del reato di omicidio colposo e di strage aviatoria. Lo ha deciso mercoledì il gip di Macerata nel corso della prima udienza sul caso facendo propria la tesi del PM Claudio Rastrelli. In sostanza il giudice per le indagini preliminari ha deciso che le ipotesi di reato a carico dei due tecnici in forze all'aeroporto di Magadino, accusati di gravi negligenze manutentive, dovranno essere approfondite dalla corte. Già decisa anche la data del processo, che sarà tenuto a Macerata l'8 aprile 2019. Nella tragedia (VD SUGGERITI) persero la vita anche i collaboratori dell'ad del Gruppo Ars Medica, i fratelli romani Enrico Maria e Stefano Mastroddi, entrambi quarantenni, che si trovavano a bordo dell'elicottero pilotato da Sarra, proveniente da Roma e diretto a Falconara. La sorella di Ermanno Sarra, Jolanda Sarra, si è costituita parte civile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1