Ristorni per 83,5 milioni nel 2017

I frontalieri italiani sono 62'969 - I dati sono stati resi noti durante l'annuale riunione bilaterale prevista dall'accordo italia-svizzero

Ristorni per 83,5 milioni nel 2017

Ristorni per 83,5 milioni nel 2017

LUGANO - Si è tenuta oggi l'annuale riunione bilaterale prevista dall'accordo italo-svizzero del 1974 sull'imposizione fiscale dei lavoratori frontalieri italiani e sulla relativa compensazione finanziaria a favore dei Comuni italiani di confine

I lavori, così come le tematiche trattate, hanno permesso di verificare l'importanza di tale accordo, sia per le zone frontaliere che per l'economia svizzera. La delegazione italiana ha illustrato la ripartizione – tra gli enti locali interessati – delle somme ristornate per l'anno 2016, informando in merito alle opere realizzate ed in fase di progettazione.Da parte sua, la delegazione svizzera ha invece comunicato che l'importo della compensazione finanziaria sulle remunerazioni dei frontalieri per l'anno 2017 ammonta a 83'568'637.55 franchi, di cui è già stato effettuato il relativo versamento. Ha inoltre fornito i dati statistici relativi al numero dei frontalieri italiani che operano nei Cantoni interessati dall'accordo, pari a 62'969.

La delegazione italiana, che quest'anno ha potuto annoverare tra i suoi membri anche il Console generale d'Italia a Lugano, Mauro Massoni, era guidata dal dottor Emanuele Ricciardelli (Dirigente della Direzione legislazione tributaria e federalismo fiscale del Ministero delle finanze) e al suo interno vi erano i rappresentanti del Ministero dell'Economia e delle Finanze e delle Regioni Lombardia e Piemonte, della Provincia Autonoma di Bolzano/Alto Adige, del Consorzio dei Comuni di frontiera e della Comunità Comprensoriale Val Venosta.

La delegazione Svizzera, coordinata dal Direttore della Divisione delle contribuzioni, Lino Ramelli, era invece costituita dai rappresentanti delle Amministrazioni delle contribuzioni dei Cantoni Ticino, Grigioni e Vallese, della Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali e del Dipartimento Federale degli Affari Esteri.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1
    parlamento

    Deputati «silenziati» in sala

    A causa di una panne tecnica risultano funzionanti solo il microfono al pulpito e quello del presidente del Gran Consiglio - problemi anche per il voto elettronico

  • 2
    il caso

    Si riapre il concorso per i procuratori

    Lo ha deciso la commissione giustizia e diritti del Gran Consiglio dopo i pareri negativi su 5 procuratori uscenti - Luca Pagani: «Opportuno farlo visto il mutamento delle circostanze rispetto a giugno»

  • 3
    L’intervista

    «Nel 2021 un deficit da 230 milioni»

    Le finanze del Cantone e le prospettive economiche - Parla il direttore del DFE Christian Vitta: «Nel 2002 il capitale proprio ammontava a 525 milioni, nel 2019 a 112 milioni»

  • 4
    domenica del corriere

    Scintille su permessi e Magistratura in vista di un autunno caldo

    Durante la puntata di questa sera il confronto sui conti e su altri temi politici del momento – Matteo Pronzini: «È normale che Gobbi faccia una politica di destra, ma è il Consiglio di Stato che deve opporsi» – Michele Foletti: «Si parla di mafia, ma ci si lamenta quando si controlla»

  • 5
  • 1