“Senza di noi non c’è equilibrio in Governo”

Il presidente del PS Igor Righini replica agli affondi di PLR e UDC: “Il seggio socialista non è in vendita” - Domenica il Congresso dovrà confermare la lista per il Consiglio di Stato

“Senza di noi non c’è equilibrio in Governo”

“Senza di noi non c’è equilibrio in Governo”

BELLINZONA - In casa socialista si avvicina l'appuntamento con il Congresso, chiamato a ratificare la rosa di candidati in lista per il Governo. In corsa ci sono Manuele Bertoli, Amalia Mirante, Danilo Forini, Fabrizio Sirica e Laura Riget. E se la conferma del quintetto non dovrebbe riservare colpi di scena, nelle ultime settimane dagli altri partiti gli affondi al PS si sono moltiplicati. Pronta la replica del presidente del PS Igor Righini che in un'intervista al Corriere del Ticino lancia un monito agli altri partiti: "Il seggio del PS non è in vendita".

Provi a lanciare il congresso del PS con uno slogan per attirare i vostri simpatizzanti.«Il consenso si costruisce nel tempo con fatti concreti, non a colpi di slogan. Noi socialisti lottiamo insieme da più di 100 anni per il bene comune, del ceto medio e delle persone in difficoltà. Quando cerchi qualcuno che si occupa di socialità, di lavoro e salari o della protezione del territorio, scegli un socialista».

Cosa ne dice della campagna elettorale che fatica a decollare. Segno che in politica mancano i temi e la voglia di confrontarsi sugli stessi, in attesa di passare allo scontro nella volata finale?«Per troppi politici la campagna è interminabile. Lucidano cadreghini dimenticandosi di lavorare nel rispetto dell'impegno preso con l'elettorato. Così un dipartimento è stato invaso dallo scandalo permessi falsi, un altro ha violato reiteratamente la legge sulle commesse pubbliche dando appalti a persone senza scrupoli che pagavano in nero e omaggiavano tal funzionario o dirigente politico con prenotazioni alberghiere o buoni cena. Altrove in Svizzera queste persone non sarebbero più ai loro posti».

Al PLR non spiacerebbe strappare la poltrona a Bertoli e pure l'UDC ha quale obiettivo il vostro seggio. Come intende proteggere il PS da queste due forze arrembanti?«Questa destra alimentata da troppo denaro ha perso la testa. Pensano che sia tutto in vendita e tutto si possa comperare. Ma il seggio socialista è nostro e non è in vendita. Lo difenderemo. Caprara prenda l'UDC, Marchesi e il "Signor Rossi" e vadano insieme con i soldi del super miliardario Blocher a comperarselo altrove».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1