Caso Argo1

«Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

Il procuratore generale Andrea Pagani sottolinea le carenze alle base del mandato alla società di sicurezza, ma spiega le ragioni dei decreti d’abbandono per Blotti, Scheurer, Sansonetti e Grillo

 «Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»
(foto Zocchetti)

«Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

(foto Zocchetti)

 «Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

«Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

 «Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

«Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

 «Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

«Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

 «Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

«Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

 «Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

«Superficialità, approssimazione e necessità di risparmiare»

Nessun reato di natura corruttiva (accettazione o concessione di vantaggi) e nessuna infedeltà nella gestione pubblica da parte degli alti funzionari. Il procuratore generale Andrea Pagani, in una conferenza stampa molto attesa, ha spiegato punto per punto le motivazioni che lo hanno spinto a firmare quattro decreti d’abbandono nel quadro dei risvolti istituzionali del caso Argo1....

©CdT.ch - Riproduzione riservata

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri la promozione di lancio di CdT.ch.

Abbonati a 1.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

Ultime notizie: Politica