Iniziativa parlamentare

Tassa sugli utili immobiliari, bis di proposte

I deputati Paolo Pamini e Nicholas Marioli chiedono al Governo di ridurre la tassa per le persone fisiche e di abolirla per le società

Tassa sugli utili immobiliari, bis di proposte
Fotogonnella

Tassa sugli utili immobiliari, bis di proposte

Fotogonnella

BELLINZONA - Ridurre la tassa sugli utili immobiliari (TUI) per le persone fisiche e abolirla per le società. È quanto chiedono in sintesi i deputati Paolo Pamini (La Destra) e Nicholas Marioli (Lega) in due iniziative parlamentari presentate al Governo.

In particolare «la prima proposta sulle persone fisiche mira a ridurre le aliquote di 1 punto percentuale e soprattutto a raggiungere l'aliquota minima del 4% già dopo 20 anni anziché dopo 30 anni di detenzione, come ora il caso», precisano i deputati. Un cambio di rotta definito «molto equo» dai parlamentari dal momento che andrebbe «incontro a tutti i proprietari, anche quelli piccoli; la TUI infatti non dipende dall'importo bensì dal tempo di detenzione. Diciamo che è un gesto verso i proprietari di casa dopo esser stati strizzati dall'aumento delle stime. Grazie a questa modifica stimiamo che alle e ai contribuenti ticinesi dovrebbero restare a disposizione circa 6 milioni di franchi all'anno in più, pertanto un minor gettito più che sostenibile per il Cantone».
Per quanto concerne invece l'abolizione della TUI per le società, l’intento dei granconsiglieri è quello di «semplificare le procedure della fiscalità immobiliare societaria. Abbiamo previsto delle norme contro palesi abusi, e abbiamo pure previsto un meccanismo per non discriminare le società che già oggi godrebbero di una bassa TUI per immobili di lunga data. Questa seconda norma serve pure a facilitare le ristrutturazioni di imprese famigliari e il passaggio generazionale, quando sono coinvolti immobili commerciali». L'abolizione della TUI per le società è «verosimilmente neutrale sul piano del gettito d'imposta cantonale e comunale. Tuttavia, questa misura viene incontro anche ai Comuni ticinesi, privati dal 2017 della quota di TUI che ricevevano dal Cantone, che in applicazione della proposta potranno tassare gli utili immobiliari delle persone giuridiche con l'imposta comunale sull'utile».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1