Trasporti pubblici, finanziamenti per il nodo di interscambio a Paradiso

Il Consiglio di Stato propone lo stanziamento di un credito di 986'000 franchi e di effettuare una spesa di 1'700'000

Trasporti pubblici, finanziamenti per il nodo di interscambio a Paradiso
La stazione ferroviaria di Lugano-Paradiso.

Trasporti pubblici, finanziamenti per il nodo di interscambio a Paradiso

La stazione ferroviaria di Lugano-Paradiso.

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha approvato il messaggio che propone lo stanziamento di un credito di 986'000.00 franchi e l'autorizzazione ad effettuare una spesa di 1'700'000.00 franchi per l'elaborazione del progetto definitivo e la realizzazione del nodo di trasporto pubblico a Paradiso. Negli scorsi anni il sistema dei trasporti pubblici in Ticino è stato costantemente migliorato sia in termini di prestazioni sia in termini di qualità. Con l'apertura della galleria di base del Ceneri a dicembre 2020 si completerà lo sviluppo della rete TILO che unirà in maniera rapida ed efficace gli agglomerati e le località principali del Cantone. Allo scopo di estendere a tutto il territorio i suoi vantaggi occorre disporre di una catena di trasporto completa e performante.

Le reti bus regionali ed urbane devono dunque essere convenientemente allacciate al sistema ferroviario. Una serie di nodi di interscambio con spazi di attesa adeguati è quindi indispensabile. La stazione di Lugano-Paradiso è uno di questi nodi e costituisce la porta d'ingresso sud dell'agglomerato di Lugano nonché lo snodo strategico per le connessioni con il Pian Scairolo. Per rispondere appieno al ruolo di nodo del trasporto pubblico andranno quindi realizzati alcuni interventi a livello d'infrastruttura stradale per realizzare una efficace catena di trasporto. Nel dettaglio il progetto comprende la realizzazione di due fermate per autobus lungo via Carona, una nuova fermata a lato della ferrovia e nuove pensiline.

Trattandosi di un'opera di interesse regionale, il finanziamento sarà garantito nella misura del 58% dal Cantone e del 42% da parte dei Comuni della CRTL. La realizzazione delle opere previste prenderà il via nel 2020, dopo la fase di pubblicazione, la durata dei lavori è stimata in circa 6 mesi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1