Un filtro per le interpellanze

Politica

Il Gran Consiglio ha approvato l’introduzione del criterio d’urgenza per questo tipo di atti parlamentari - Introdotto l’uso di un formulario

Un filtro per le interpellanze
© CdT/Chiara Zocchetti

Un filtro per le interpellanze

© CdT/Chiara Zocchetti

Il Gran Consiglio ticinese - dopo un acceso dibattito durato oltre due ore - per limitare l’abuso dello strumento parlamentare delle interpellanze ha (parzialmente) approvato un rapporto della Commissione costituzione e leggi riguardante due iniziative presentate lo scorso giugno da tre granconsiglieri leghisti: Michele Foletti, Sabrina Aldi e Fabio Badasci.

Diverse le modifiche approvate. Quella più rilevante riguarda però l’introduzione del criterio d’urgenza per questo tipo di atto parlamentare. In sostanza, secondo quanto deciso oggi dal Parlamento, in futuro toccherà all’Ufficio presidenziale (UP) del Gran Consiglio decidere se l’interpellanza è ritenuta urgente o meno. Quelle non urgenti verranno trasformate d’ufficio in interrogazioni, a cui quindi il Governo darà risposta in forma scritta.

Nel proposta della Commissione era inoltre prevista un’altra importante novità, ovvero il limite di un’interpellanza per sessione a disposizione di ogni deputato. Questo limite è però stato bocciato dal Legislativo, il quale ha approvato in questo senso un emendamento proposto dal PPD, dal Partito comunista e da Più Donne.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1

    Segnala il mobbing, il Governo la licenzia

    ticino

    La denuncia di una dipendente dell’Amministrazione pubblica che accusa alcuni dipendenti, a partire dal vertice, di «mobbing, favoritismi, abuso di potere, molestie sessuali, ricatti, minacce...»

  • 2

    Il PPD annuncia battaglia: «Non possiamo più tacere»

    politica

    Giustizia, casse malati e finanze pubbliche al centro del comitato cantonale, per la prima volta online - Il presidente: «Ci sono situazioni che vanno affrontate» - Triplice sì in vista della votazione popolare del 7 marzo

  • 3
  • 4

    88 Comuni verso il rinnovo dei poteri

    verso il 18 aprile

    Elezioni tacite del Municipio in 4 località e del Consiglio comunale in 3 - Nella Val Mara le elezioni averranno in forma differita

  • 5

    «Berna dia un contributo agli ospedali in difficoltà»

    Politica

    Approvata dal Gran Consiglio l’iniziativa cantonale che chiede un intervento adeguato da parte della Confederazione - Berna è chiamata a sostenere le strutture sanitarie che hanno registrato perdite a seguito della pandemia e delle misure prese per contenerla

  • 1
  • 1